Passa ai contenuti principali

Dressmakers' Daughter

Non posso credere di essere riuscita a finirlo, è stata veramente dura! Mi ero innamorata di questo schema Mirabilia di Nora Corbett non appena lo avevo visto ma non immaginavo sarebbe stato così impegnativo e, a tratti, noioso. Non fosse stato per rispettare le tappe del SAL che mi ha spinto a farlo (che purtroppo si è perso) e per il costo esorbitante del materiale, lo avrei abbandonato.


A proposito del materiale, vorrei dare un consiglio a chi si appresta a ricamarlo: acquistatelo passo passo perchè i fili indicati (soprattutto per lo sfondo) sono sopravvalutati, ve ne bastano meno. Alla fine ho un sacco di avanzi, soprattutto perline, vedrò di utilizzarle per altro.

Se volete spendere meno, poi, potete sostituire i Caron Collection Waterlilies con degli sfumati qualsiasi in tono: non avranno la stessa lucentezza ma risparmierete un po'. Io ho scelto dei normalissimi DMC, nemmeno sfumati, ma è venuto bene lo stesso, se volete fare come me vi indico la corrispondenza:

     CCW                    DMC
     137                       3787
     157                       931
     169                       320
     204                      471
     248                       223

Ora non so bene cosa ne farò, sono talmente stanca di vederlo che lo metterò via, non mi piace molto l'idea di un quadro.
Schema Mirabilia Nora Corbett Dressmakers' daughter 
Lino Permin of Copenaghen 13 fili color Milk chocolate
Fili e Filati DMC Mouliné
Peline Mill Hill

Commenti

  1. Ciao Irene Buongiorno. e bravissima per aver portato a termine il ricamo. che strano sentirti così demotivata. però hai ragione ci son dei ricami lunghi e noiosi che non vedi l ora di terminare. lascialo li da una parte e poi deciderai cosa fare. secondo me verrebbe bene anche una bella shopper o forse si rovinerebbe troppo? ti auguro una buonagiornata ora vado a guardare le tue novità Fran http://oceansea8.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai a cosa pensavo? A una borsa da spiaggia, perchè il ricamo è veramente grande, solo che non so, mi sembra sprecato, mi è costato tantissimo più un anno di lavoro.

      Elimina
  2. Il tuo Dressmakers' Daughter e venuto bellissimo.
    Complimenti!
    Guardiamo il lato positivo di questo SAL siamo riuscite a finire questo lunghissimo ricamo, altrimenti il rischio di rimanere abbandonato era abbastanza alto.
    Io al mio gli voglio mettere la cornice, e un peccato sprecarlo per altri fini.
    Un caro saluto,
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria! Spero che lo finiscano anche le altre, almeno il SAL non è andato perduto!

      Elimina
  3. Io sono una di quelle che si è persa, tutti quei materiali e poi lo sfondo mi hanno subito annoiato, ma il tuo è bellissimo, non vedo l'ora di vedere cosa ne farai!

    RispondiElimina
  4. I made the smallest of starts on this as part of the SAL, the cost was just so much, the wrong material for my taste...disaster!

    But well done on the finish!

    RispondiElimina
  5. Io sono rimasta indietro, devo ancora iniziare l'autunno. Come schema mi è piaciuto molto, ma gli sfondi sono noiosissimi!
    Spero di riuscire a finirlo in tempo, altrimenti ho paura che diventerà un UFO....
    Tu sei stata bravissima, anch'io come Maria penso lo incornicerò, anche solo per il costo spropositato dei materiali.
    A presto
    Clara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma stai facendo un sacco di SAL è normale! Coraggio, ce la farai anche tu :)

      Elimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Cosa sono i SAL, dove si trovano e come si partecipa

Care ragazze, visto le numerose richieste e lo sviluppo di questo tipo di attività, in questo post informativo spiego:  cos'è un SAL e quanti tipi di SAL ci sono
cos'è un Mystery SALcome e dove si effettuanocome si trovano quelli già organizzatii vantaggi e gli svantaggi di parteciparviperchè hanno tanto successo. Partiamo?

Cos'è un SAL?SAL è l'acronimo di Stitch Along (o anche Stitch-a-long), termine inglese che significa ricamare insieme, in genere qualcosa che dura a lungo. Poco a che vedere quindi con l'acronimo italiano che si usa nei documenti ufficiali per indicare lo Stato di Avanzamento dei Lavori.
Avete mai visto vecchi film? O foto vintage di piazze e borghi? Le donne spesso si riunivano per cucire, sfruttando l'occasione per chiacchierare e magari mangiare qualcosa: era un momento felice, di ritrovo e di compagnia. Ora i tempi sono cambiati, manca il tempo di farlo, oppure mancano le amiche con il nostro stesso hobby, oppure ancora le amiche ci sono …

Alberi di Natale a punto croce: un'idea per ornamenti creativi

Natale è passato, ma continuo a ricamarlo, in fondo arriva ogni anno! Oggi vi mostrerò piccoli alberi di Natale geometrici con schema di Durene Jones ricamati a punto croce su carta perforata e montati su legno. Originali, vero? Poi vedremo un free e un SAL in partenza.

Avrei voluto finirli prima ma, come al solito, arrivo in ritardo. Così niente, li metterò via per l’anno prossimo. Non i soliti ornamenti, come vedete, ma qualcosa di creativo, originale e, soprattutto, veloce da fare e a basso costo!
Gli abeti di legno li ho trovati già pronti da Tiger, 1 euro un pacchetto da 4, ma nel periodo natalizio li trovate un po’ ovunque, di tutte le forme, anche cuori, stelle eccetera. Ecco, se ne trovate di carini e che costano poco, prendeteli perché ci potete fare un sacco di cose: dipingerli, pirografarli, rivestirli o, appunto, ricamarli come me.

In casa avevo della carta perforata dorata, presa chissà quando e per fare chissà cosa, finalmente ha trovato la sua giusta collocazione! Rico…

Un meravigioso 2019 con RicamIre!

Buon anno ragazze! Ci siamo! Abbiamo girato il calendario? Pensato ai propositi? Fatto bilanci? Un pensiero alle prospettive? Se siete qui oggi è perché amate il ricamo come me e, visto che è ancora festa, solo una piccola volpe di buon augurio e qualche pensiero.

Come sempre, prima di andare in ferie, stilo mille liste di cose che farò sicuramente(!). Poi iniziano i giorni di vacanza, mi rilasso e, di tutto ciò che mi ero prefissata non faccio nulla! Le liste però le tengo, perché prima o poi le porterò a termine. 
Oggi, che è ancora festa e un giorno così particolare, faccio solo un piccolo post di buon augurio con una bellissima volpe geometrica della mia disegnatrice preferita Durene Jones, che ho ricamato su Plastic Canvas (supporto di cui avevo parlato qui) e confezionata come calamita (in parole povere, ci ho solo appiccicato un magnete sul retro).
La metterò sul computer dell’ufficio e mi farà compagnia nella vita ufficiale, ricordandomi sempre che c’è anche quella bellissima alt…