Passa ai contenuti principali

Post

Un trovaforbici marino e quinta tappa del SAL Anthea

Buongiorno ragazze, mese di giugno, iniziamo già a pensare alle vacanze (anche se, visto quello che è successo, probabilmente non le faremo), ma pazienza, niente ci impedisce di sognare. Oggi vi mostro un trovaforbici tutto dedicato al mare, fatto per riutilizzare gli avanzi. E poi la meravigliosa quinta tappa del SAL Anthea di Faby Reilly (di cui sono particolarmente orgogliosa, vedrete!)


Mi sono innamorata del granchio e del cavalluccio marino non appena li ho visti. Disegnati da Aurelle, sono stati pubblicati su un vecchio numero della rivista Création point de croix. Sono simpatici ma allo stesso tempo delicati e li ho ricamati in pochissimo tempo.
Per la rifinitura ho fatto i due soliti cuscinetti imbottiti e poi li ho contornati con dello spago cucito grossolanamente. Qualche perlina e via, fatto!
Schema di Aurelle pubblicato su Création point de croix n. 71 (2018) Tela Zweigart lino Newcastle 40 count (16 fili) color naturale raw Fili e Filati DMC Mouliné SAL Anthea di Faby Reil…
Post recenti

Come fare un piano editoriale per blog di ricamo

Buongiorno ragazze, come state? Oggi spazio leggermente e mi dedico a una passione correlata al ricamo che ha preso anche molte di voi: il blog. Non siamo professioniste, non facciamo marketing, eppure ci teniamo ad avere un blog aggiornato, seguito e curato: come possiamo organizzarci al meglio se non abbiamo tempo? Vi do qualche consiglio.

Questo post l’ho pensato durante l’isolamento per il COVID-19: con più tempo per meditare, mi sono resa conto che, causa aumento del lavoro e l’apertura di vari social, il mio blog proseguiva ma non tanto bene. Non solo languivano i contenuti, non riuscivo nemmeno a sincronizzare i social, con la conseguenza che il blog mostrava post ormai vecchi. Spesso, inoltre, mi veniva l’ansia da pubblicazione.
Vi suona famigliare?
La soluzione è semplice: occorre organizzazione
Vi spiego come ho fatto io e, anche se non vi porterà miliardi di followers, contribuirà a farvi tornare la voglia e il piacere di scrivere. 
Innanzi tutto vi servono poche cose: u…

Set da cucito fai da te: tutorial

Buongiorno ragazze! Oggi vi faccio un tutorial per insegnarvi a creare un meraviglioso set da cucito composto da puntaspilli e trovaforbici coordinato per la primavera/estate con gli schemi free di Crocette a gogò (trovate il trovaforbici qui e il puntaspilli qui). E siccome siamo ricamine fashion, lo facciamo in versione Tiffany!

Per prima cosa dobbiamo ricamare gli schemi. Io ho scelto di farli sull’aida 20 count (80), ma prendete una tela che avete, non ci sono problemi, il criterio di rifinitura è lo stesso. Unica cosa che vi chiedo, ricamate le farfalle ma non la cornice, quella la faremo dopo per applicare il ricamo sulla stoffa.
Vi metto la lista dei materiali e tinte che ho usato io, voi scegliete a vostro estro, okay? Schemi free di Crocette a gogò scaricabili qui e qui Tela aida Zweigart 20 count (80) color light mocha Fili e Filati DMC Mouliné: 958, 964, 3021, B5200 Perline Mill Hill: 40556, 40557, 42017 Ora dovreste trovarvi così:

Io ho scelto di fare una cornice più vicin…

Paul Gallico, La signora Harris: recensione

Buongiorno ragazze, come state? Oggi il consueto appuntamento con uno dei Needlework Fiction Books, un libro davvero carino che parla di cucito per la haute couture, in particolare per la Maison Dior! Sono molto felice di parlarvene, perché non è così conosciuto, invece è una piccola perla meritevole di lettura.

Paul Gallico, La signora Harris, Sperling & Kupfer, Milano 2013 Tit. orig.: Flowers for Mrs Harris Genere: romanzo femminile Categoria: cucito, haute couture Trama La signora Ada Harris è una governante inglese di mezza età che, dopo la morte del marito, pulisce case e appartamenti nella Londra degli anni Sessanta: da quella dell’attricetta che per quanto ci provi non riesce a sfondare, a quella di un militare in pensione, a quella della contessa. La sua vita umile, regolare e ripetitiva viene sconvolta quando, nell’armadio di una lady presso la quale lavora, scorge degli abiti da sera di Christian Dior. La signora sarà piccola, dimessa e anzianotta, ma resta così folgora…

Anthea SAL tappa 4 e broderie suisse!

Buongiorno ragazze! Siamo a maggio, un mese che abbiamo sospirato tanto per ripartire dopo quest’epidemia. Oggi torniamo al ricamo: vi mostro la tappa di aprile dell’Anthea SAL di Faby Reilly e un po’ della mia amata broderie suisse, un puntaspilli che ho inventato io, lo potete copiare per fare un ornamento, un portalavanda o quello che volete.

Partiamo dal SAL di Faby Reilly, che un po’ amo e un po’ odio: questo calendario ho paura che mi ricorderà sempre il 2020, che è ancora giovane ma già non lo sopporto con tutto quello che ha portato. Gli schemi mi piacciono moltissimo, niente da dire, ma ci ho legato il ricordo del periodo.
Il mese di aprile l’ho ricamato direttamente dal pdf a computer: a casa non ho la stampante, quindi mi sono dovuta arrangiare. So che molte di voi sono già abituate a lavorare così, per me era la prima volta. Devo dirvi che ci sono i pro e i contro: i pro sono che a video possiamo ingrandire lo schema, evidenziarne una parte, è molto più chiaro, inoltre si…

Il ricamo ai tempi del COVID-19: un'indispensabile terapia

Non sono la prima a scriverne e, vi confesso, non volevo nemmeno farlo, ho odiato questo virus fin dall’inizio, benché non pensassi ci potesse portare a questo isolamento e cambiamento di vita (senza parlare dei lutti, ha toccato anche la mia famiglia, purtroppo). Non volevo parlarne per non dargli spazio sul blog, il mio angolo di bellezza. Tuttavia lo farò, perché la passione e l’amore vincono su tutto, anche su questo orrore.

Inutile che descriva cosa sia questo coronavirus, ha invaso il mondo e tutte noi. All’inizio pensavo fosse una cosa lontana, confinata all’oriente e, anche quando ci sono stati i primi malati italiani, lo consideravo un’influenza e continuavo ad andare al lavoro come niente fosse.
Mi sono resa conto della gravità quando al mattino in treno tutti hanno iniziato a indossare mascherine e a prendere distanze. Inconsciamente, istintivamente, lo facevo anch’io: se qualcuno si avvicinava, facevo un passo indietro. E poi tutto è precipitato: l’aumento dei contagi e d…

Portaoggetti per divano Io resto a casa: tutorial

Care ragazze, questa idea è nata dopo aver ricamato il free Io resto a casa che Madame Chantilly ci ha offerto sul suo gruppo Facebook per passare il tempo durante l’isolamento per il Covid-19. Lo pubblico ora, ma l’ho confezionato nel periodo in cui i negozi erano chiusi e non volevo ordinare online per non far muovere i corrieri per generi che non erano di prima necessità. L’ho fatto con le poche cose che avevo in casa, facendo di necessità virtù, perciò voi prendete lo spunto ma fatelo molto meglio, okay?

Occorrente: un vostro ricamo per fare la tasca;stoffa di un colore che si abbini al ricamo per il pannello e per un’altra tasca della stessa dimensione del ricamo (in alternativa potete usare due ricami della stessa misura, tinte e tela); se non volete farlo con la stoffa e lo volete più consistente, potete usare del pannolenci;nastro sbieco, o passamaneria (io ho usato il pizzo, unica cosa che avevo, ma per fare un lavoro di fino occorre qualcosa che stia sull’orlo e copra il lat…

Monica Ferris, Crewel World: recensione

Buongiorno care ragazze del martedì, oggi post letterario! Senza dimenticare il ricamo: mai come questo libro infatti, che mi è stato consigliato proprio da voi, lega insieme le due passioni, ago e lettura. Si tratta di un avvincente giallo ambientato in una merceria, per questo è entrato nella mia bibliografia dei Needlework Fiction Books.

Monica Ferris, Crewel World, Berkley Prime Crime, New York 1999 (Needlecraft Mystery; 1)
Genere: giallo soft, Cozy Mystery
Categoria: ricamo, maglia Trama Dal titolo e dai dati bibliografici avrete capito che questo libro è in lingua inglese, non è stato tradotto in italiano e dubito che mai lo sarà, nonostante io creda che potrebbe avere un largo successo tra noi (ricamo e lettura sono un binomio perfetto). Ma forse non così largo da investire i soldi nella traduzione e nella pubblicazione. Tuttavia, anche se avete una preparazione in inglese basica, senza cercare tutte le parole nel dizionario, riuscite a comprenderlo bene, è scritto in modo sem…

Anthea SAL di Faby Reilly: tappa 3!

Bentrovate ragazze, spero stiate tutte bene e così i vostri cari. Questi giorni strani e duri ci hanno provate tutte e, sebbene noi ricamine possediamo una marcia in più e non ci lasciamo abbattere, perché ci basta prendere l’ago in mano per tornare serene, beh, sono stati difficili comunque. Una piccola cosa positiva riguardante il ricamo (lo dico con tatto e delicatezza, è un’inezia), è che sono alla pari con il SAL di Faby Reilly cui mi ero iscritta: questa è la tappa di marzo.

Allora, di questi giorni di isolamento e angoscia non volevo scriverne sul blog, perché non vorrei rileggerli fra qualche anno, vorrei proprio dimenticarli, cancellarli. Tuttavia ho fatto qualche riflessione e ho pensato che, se riesco a metterle per iscritto, potrebbe venirne fuori un post. E magari parlarne aiuta. Ci penserò.
Intanto ho ripensato al blog e ai social: con l’intensificarsi del lavoro e della mia vita, li avevo un po’ lasciati andare per conto loro. Ho cercato di essere costante, ma a discap…

Da Durene Jones, un cuore pieno di rose!

Ricordate il mio primo cuore? Ebbene, ci ho riprovato, questa volta con uno schema di Durene Jones. Certo, San Valentino è passato, ma per cuori e amore c'è sempre tempo, soprattutto in questo periodo!


Lo sapete che adoro Durene Jones, perchè non si ripete mai! Questo è uno dei cuori che sono pubblicati nel suo libro Floral Summer Design, di qualche anno fa.
Ho rivestito una forma di polistirolo, sempre con tanta fatica, non so, a voi vengono semplici? Io sudo sette camicie per far entrare la stoffa nelle fessure, conoscete qualche trucco?
Comunque, vi faccio vedere anche il retro, con una romantica stoffina Tilda

Che ne dite? A me non dispiace, ma non è perfetto, ha qualche piega.


Cuore Love, schema di Durene Jones tratto dal suo libro Floral Summer Days Tela Zweigart Floba superfine 14 fili (35 count) color bianco Fili e Filati DMC Mouliné: 326, 818, 472, 3345, 3716, 471