Passa ai contenuti principali

Post

Piccoli avanzamenti

Buongiorno ragazze! Come passa il tempo, siamo già a metà settembre anche se non sembra: le temperature sono sempre alte! Allora, ieri sono iniziate le scuole, non voglio parlare di Covid in questo post anche se lo sfiorerò, ma di fatti e propositi e normalità. Come vedete dalla foto ho preparato il materiale per andare avanti con il SAL di Faby Reilly (già sapete che sono indietro di un anno), la tappa di novembre perchè è dopodomani santissimo cielo!! So già che non farò in tempo ad esporlo, ma lo vogliamo finire questo benedetto calendario parcheggiato nel cestino dei lavori? E allora, almeno ho preparato i materiali :) Il mio gatto prosegue lentamente ma questa volta ho un'ottima scusa: ho fatto la seconda dose di vaccino che mi ha portato, come effetto collaterale, febbre e stanchezza, quindi non avevo voglia di fare niente. Non mi lamento eh? Tutto passato. A tal proposito un altro effetto collaterale è stato: tanta fame :))) Se in più ci mettiamo che mi ha preso il trip de
Post recenti

FlossTube: il ricamo è social

Buongiorno ragazze. Oggi ritorno alla mia rubrica delle Cross Stitch FAQ e vi parlo di FlossTube , i canali social video di ricamo , quilt, maglia e cucito. Questa settimana infatti, dopo il ritorno al lavoro, non sono riuscita a mettere neanche una crocetta, quindi non ho nulla di nuovo da farvi vedere. Certo, guardare i video di queste bravissime ricamine mi fanno vergognare tantissimissimo, ma almeno mi rifaccio gli occhi e prendo spunto per nuove idee! immagine tratta dal canale di Tiny Modernist Cosa sono i FlossTube FlossTube è un neologismo coniato sulla parole Floss (filo) e Tube da Youtube: sono infatti video caricati settimanalmente, mensilmente o con altra cadenza, sul canale Youtube, da ricamine appassionate o professioniste che mostrano i loro acquisti, fanno recensioni di materiali, esibiscono lavori finiti o in corso, parlano, insomma, di ricamo, quilt, maglia, uncinetto, o della tecnica che prediligono. Spesso ci sono anche tutorial per le rifiniture o consigli. Son

Eccomi!

Buongiorno ragazze mie, come state? Siete tornate bellissime e abbronzate dalle vacanze? Non ci siete ancora state? Non ci andrete? Pazienza, l'importante è stare sempre bene ovunque si sia :) Sono mancata un pochino, non sono andata via se non qualche giorno con i miei nipoti, ma non ho scritto perchè avevo bisogno di ricaricare le pile. Più che altro, di ritrovare un po' me stessa: nonostante si stia in piedi e si vada avanti, i lutti provocano uno smarrimento e ci vuole del tempo. Vi racconto un po' di cose. Innanzi tutto, come vedete dalla foto qui sopra, incredibilmente ho ricamato! Non riuscivo più, non ne avevo voglia. Come mi avevate consigliato non mi ero forzata, avevo messo da parte. Poi, un giorno, ho ripreso in mano il cestino e ho continuato i miei gatti, ne manca uno, arriverà anche quello, poi assemblerò e saranno pronti per l'estate prossima. Nel frattempo beh, ho sistemato cose burocratiche (quelle non mancano mai) e mi sono dedicata alla casa: con

Madeleine St John, Le signore in nero: recensione

Buongiorno ragazze, bentrovate. Come vi avevo detto lavoro poco con l'ago ma leggo tanto e quindi eccomi a parlarvi di un libro carino, apparentemente leggero, perfetto da borsa da spiaggia e ombrellone o da fresca baita di montagna. Parliamo di moda (alta moda) e quindi l'ho inserito nella bibliografia . Madeleine St John, Le signore in nero, Garzanti, Milano 2019 Tit. orig.: The Women in Black Genere: romanzo rosa di formazione ed emancipazione Categoria: alta moda Trama Nella Sydney fine anni Cinquanta, esiste Goode's, un grande magazzino di abbigliamento, nel quale si trovano un reparto abiti da cocktail e uno di modelli esclusivi. Siamo a Natale (in Australia il Natale è estate quindi si va in spiaggia) e in attesa del delirio dei saldi invernali. Le signore in nero sono le commesse, indossano la divisa nera e sono elegantissime. Tra loro c'è Magda, straniera, sofisticata, che si occupa dei modelli firmati; Lisa, studentessa che vuole finanziarsi l'università;

WIP e letture prima delle vacanze

Buongiorno ragazze! Come state? Al mare o in montagna? Tranquille nella vostra casetta? Ancora in ufficio come me? Questa è la mia ultima settimana lavorativa e poi a casa. Allora, non ho fatto molto quindi, più del work in progress , volevo dirvi un paio di cose su libri e letture, okay? Come vedete dalla foto ho iniziato il secondo gatto di Durene Jones , quello con l'anguria. Causa pressione bassa (ultra ultra ultra bassa che neanche un caffè triplo riesce a tirare su), sono rimasta sul divano a leggere più che a ricamare, ma sono fiduciosa che con le vacanze produrrò di più (spero). Perchè in realtà, dopo questo periodo di smarrimento di vita, vorrei riprendere con i progetti, anche se poi rimangono solo in testa e non riesco a farli, vorrei tornare ad avere una normalità serena, a prendere tempo per me facendo le cose che mi fanno stare bene. Sono così stanca dei telegiornali che non li guardo più e non perchè sia una persona irresponsabile che non vuole vedere il mondo, sempl

Il valore del ricamo tra letteratura fantasy e serie televisive

Care ragazze, oggi un post davvero molto carino che vi consiglio di non perdere. Perchè le eroine di serie televisive e libri fantasy, odiano il ricamo? Ed è davvero sempre così? Oppure potrebbe diventare un mezzo di espressione magico e sovversivo? Il ricamo può aiutare a crescere? Non è farina del mio sacco, l'articolo che vi propongo è stato pubblicato più di un anno fa, e non so nemmeno come ci sono arrivata, ma dovevo assolutamente segnalarvelo: l'originale di Elyse Martin (in lingua inglese) è qui , io l'ho tradotto un po' liberamente, ho segnalato l'edizione italiana di libri e film quando li ho trovati, altrimenti ho lasciato i titoli originali. Vi confesso che, pur non essendo una grande fan del fantasy, qualche libro me lo leggerò. In difesa del ricamo Il ricamo è l'attività meno preferita nella narrativa fantasy: quante volte un'eroina ha dimostrato carattere e determinazione odiando il suo lavoro ad ago? Lei non è come le altre ragazze! Lei disp

Sempre WIP e tanto caldo

Buongiorno ragazze! Siete già in vacanza? O state pensando alla vacanza? Io non ancora, sto cuocendo nel caldo cittadino (anche se pare che oggi pioverà) cercando di sopravvivere alle temperature bollenti. Pensavate vi mostrassi qualcosa di finito? No, lenta come un bradipo sono, ho appena terminato un gatto dei quattro che vorrei fare. Però è bellissimissimo!! Se penso che negli anni passati pubblicavo un lavoro terminato alla settimana... ma come facevo? Da una parte sono felice di fare le cose per bene e senza fretta, ma dall'altra finisce che quest'anno avrò fatto solo quattro gatti :))))) Nel vero senso della parola!! E non è che mi annoi, sennò cambierei lavoro, e non è che non abbia progetti in testa, ma tra il lavoro, il caldo e il giardino cui mi sto dedicando tanto, tempo sotto zero. Allora, questo micio è bellissimo, ma io adoro Durene Jones quindi non è una sorpresa. Unica noia il cielo con tre cambi di azzurro e una miriade di punto scritto, ma senza quello non ren

10 consigli per insegnare ai bambini a ricamare

Buongiorno ragazze. Qualche settimana fa avevamo parlato dell'utilità di insegnare ai bambini il ricamo . Ora riprendiamo l'argomento con qualche semplice consiglio da mettere in pratica. 10 consigli per insegnare ai bambini a ricamare É consigliabile far approcciare i bambini con progetti piccoli e facili : possiamo acquistare o, ancora meglio, preparare con le nostre mani, un kit , possibilmente, se i bambini sono piccoli, con tela prestampata, fili pretagliati, aghi con la cruna grossa e senza punta (esistono anche in plastica), forbici adatte e tanti accessori carini.  Scegliamo uno schema semplice ma carino ed aderente agli interessi del bambino, ad esempio informiamoci sul suo hobby o animale preferito. Meglio ancora se troviamo qualcosa di divertente. Il progetto deve essere semplice in tutto, a partire dal disegno fino ad arrivare ai colori che devono essere pochi e ben distinguibili . Facciamogli usare 3 fili invece di 2 come siamo abituati noi adulti, in modo che il

Brigitte Riebe, Una vita da ricostruire: recensione

Buongiorno ragazze, estate caldissima e soffocante quindi aghi messi un po' da parte causa mani sudaticce mi dedico ai libri. Oggi vi parlo della prima puntata di una (forse) trilogia di Brigitte Riebe delle sorelle del Ku'damm: Una vita da ricostruire . Parliamo di moda del dopoguerra.  Brigitte Riebe, Una vita da ricostruire, Fazi, Roma 2021 (Le sorelle del Ku'damm; 1) Tit. orig.: Jahre des Aufbaus Genere: saga familiare con sfondo storico Categoria: cucito, moda Trama La Berlino del 1945 è una città distrutta e divisa dalle potenze che l'hanno occupata. Tra le macerie c'è il grande magazzino dei Thalheim, il negozio di moda più in voga negli anni Trenta. Gli uomini sono dispersi in guerra, o sono feriti, deboli, saranno quindi le donne a dover prendere in mano le redini dell'attività, partendo dal niente: due macchine da cucire Singer salvate dalla razzia russa, carta e colori per disegnare, stoffa di bassa qualità creata con gli stracci. Le due sorelle Tha

Un WIP gattoso per l'estate (prossima!!)

Buongiorno ragazze! Caldo? Noooo, solo un tantino! Speriamo che poi non si concentri tutto a giugno e ci arrivi un agosto freddo che avrò le ferie solo in quel mese! Ho ricamato un pochino ma non quanto avrei voluto, vi faccio vedere cosa sto facendo e dove sono arrivata. Praticamente niente, ho fatto mezzo gatto!! Ho decorato il salotto e la cucina a tema estate, in modo classico, con pesci e stelle marine. Faccio il solito piccolo albero con le decorazioni ma non avevo niente oltre a quelle di Durene Jones che avevo fatto anni fa e che trovate qui , così ho ripreso uno schema della stessa disegnatrice che avevo messo via nel 2016 (!!) e volevo assolutamente fare (nel 2016 ovviamente), i gatti di The purrfect summer che erano stati pubblicati su CrossStitcher n. 308 appunto del 2016. Vi faccio vedere l'albero dove vorrei appenderli: Convinta di farcela quando avevo preparato i materiali (mesi fa...), ormai so che saranno pronti per l'anno prossimo (forse!!), ma pazienza, li t