Passa ai contenuti principali

Tele da ricamo: lino e tele a fili contabili 32 count

Rieccoci ai nostri post sulle tele da ricamo per il punto croce. Abbiamo parlato dell'aida e delle tele 25 e 28 count. Oggi parleremo delle 32 count (di quelle che conosco, sarò parziale ma preferisco scrivere sulla base della mia esperienza).
Abbiamo già imparato che con count, si intende il numero di fili che ci stanno in un pollice (quindi in 2,5 cm).Per sapere a quale tipo di stoffa corrisponde il numero di count, bisogna fare questo calcolo

(numero count x 10) : 25

e otteniamo il numero di fili che ci sono in 1 cm di stoffa. Quindi in una tela 32 count:

(32 x 10) : 25 = 12,8

ci sono quasi 13 fili in 1 cm. Ciò significa che, se ricamiamo su due fili di trama per due di ordito otteniamo 6,5 crocette per cm, oppure, se ricamiamo su un filo 13 crocette per cm. Corrisponde quindi a un'aida 64 (o 16 count). Ecco, io su questo tipo di tela ricamo sempre su due fili con due capi di moulinè, faccio troppa fatica a vederci bene a un filo, ma le bravi ricamatrici lo fanno con ottimi risultati.

Vediamo ora le loro denominazioni in base alla composizione.

LINO
Beh, qui un nome una garanzia, il lino 32 count è il Belfast, forse uno tra i miei preferiti. Io uso quello della marca Zweigart (semplicemente perchè è quello che trovo nel mio negozio abituale) che ha, per essere precisi, 12,6 fili per cm, quindi vengono 6,3 crocette per cm.
Tuttavia, in passato, ho usato (con tantissimo piacere) il lino Siena della Graziano che trovo favoloso. Ha 13 fili per cm, quindi vengono giuste 6,5 crocette per cm.

TELE MISTE
Floba extrafine: 12,6 fili per cm, è composta di 70% viscosa e 30% lino. Morbidissima, facile da stirare e di un color greggio stupendo. Ecco, io non mi ci trovo benissimo, perchè la trama è spessa, più spessa del Belfast e le crocette con due capi di moulinè vengono troppo piene, tanto che tendono a tirare dentro la stoffa che fa quelle antiestetiche pieghette. Usare un capo di moulinè mi sembra troppo poco, quindi bisognerebbe forse usare un filato diverso ma non so ancora quale, aspetto le vostre esperienze. Non ho niente contro la composizione della stoffa (la stessa a 14 fili la uso a metrate) è solo che ancora non ho trovato il modo perfetto per usarla.
Lucan: 12,6 fili per cm, è composta da 52% lino e 48% cotone. Vi confesso che l'ho comprata e non l'ho mai usata. É elegante, splendida nel colore, con trama lievemente irregolare visto che contiene così tanto lino, ma anche questa ha trama spessa e faccio una gran fatica a distinguerla, devo usare la lente. Per questo mi sono scoraggiata e l'ho messa via, ma forse è solo questione di provarci. Voi la usate?
Murano: 12,6 fili per cm, è composta da 52% cotone e 48% modal. Questa tela la uso tantissimo quando voglio sostituire il lino Belfast spendendo un po' meno. Ha la trama perfettamente regolare e ben visibile, è morbida, tende solo a sfilare un po' quindi bisogna orlarla prima di iniziare a lavorare. La trovo perfetta per le tovagliette da cucina e anche per ornamenti.

La prossima volta parleremo delle tele 35 count. Restate connesse :)

Commenti

  1. Grazie Irene, anche questo post molto utile.
    Ciao Susanna

    RispondiElimina
  2. Cara Irene, questa tua rubrica è veramente molto interessante continua così.

    RispondiElimina
  3. Excellent information, thank you!

    RispondiElimina
  4. Non si finisce mai di imparare, grazie mille!! devo provare il lino Siena che non è semplice da reperire!!!
    Baci

    RispondiElimina
  5. Grazie Irene per i tuoi post informativi molti utili😊😸😸

    RispondiElimina
  6. grazie Irene!! mi si sta aprendo un mondo... continuo ad imparare un linguaggio che non capivo del tutto...
    grazie!
    :*

    RispondiElimina
  7. caspita quante tele!!! grazie per le info!

    RispondiElimina
  8. Merci pour ce partage intéressant,des renseignements que les boutiques ne donnent absolument pas quand on achéte de la toile,bien dommage.
    Nous voilà aimablement renseigné.
    Amicalement

    RispondiElimina
  9. tutto ciò che hai scritto è davvero molto utile !
    grazie !
    Luly

    RispondiElimina
  10. Vengo solo ora a cooscenza di questa tua utile rubrica! La terrò d'occhio d'ora in poi!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Santa & Rudolph

Poteva mancare Lucie Heaton tra i miei ornamenti natalizi? Certo che no! É arrivata con Babbo Natale e la simpatica renna dal naso rosso. Poi vi segnalerò un sito che vi aiuta ad abbellire e rendere più funzionale il vostro blog anche se non siete social, infine parleremo di gratitudine.

Vi chiederete cosa ne farò di tutti questi ornamenti: li aggiungo ai piccoli regali per amici e colleghi. A me diverte farli, e poi smaltisco gli avanzi di tele e filati. Inoltre, cosa molto importante, non sono impegnativi, lasciano un bel ricordo e non obbligano il ricevente a ricambiare il regalo. In questi giorni nei negozi di oggettistica si trovano campanellini, pigne, piccoli globi, bacche, nastrini, tutto a poco prezzo. Vi consiglio di acquistare qualcosa, impreziosiscono un ricamo o un semplice fiocco rendendo il tutto più nataloso 🎄
Schema di Lucie HeatonSanta & Rudolph tratto dalla rivista The World of Cross Stitching, n. 235 2015 (se siete iscritte al sito potete scaricarlo anche qu…

Festive Fizzy and Little Robin

Oggi due cose veloci: un ornamento con protagonista Fizzy Moon e un piccolo pettirosso ciccione di Durene Jones che originariamente doveva essere natalizio e invece è diventato il mio portachiavi.

É troppo divertente creare gli ornamenti, quasi mi dispiace che stia arrivando Natale, poi devo riprendere lavori lunghi... Intanto ecco qui Festive Fizzy, l'orsetto che ha preparato tanti bei pacchettini da mettere sotto l'albero.

Gli schemi nati per le cartoline sono perfetti per i piccoli lavori.
Schema Festive Fizzy tratto dalla rivista Ultimate Cross Stitch Christmas 2017 Tela aida 55 Zweigart (14 count) colore bianco Filati DMC Mouliné Poteva mancare un pettirosso? Quanto amiamo questo uccellino? Io lo trovo adorabile con il suo petto tutto rosso. Ogni inverno torna nel mio giardino e mi fa pensare al Natale :) Quando ho visto questo free di Durene Jones (sulla sua pagina facebook o condiviso sulla mia), l'ho stampato in un secondo e l'ho ricamato subito.

Doveva essere…

Nordic Noël parte prima

Anche in questo Natale non può mancare qualcosa di nordico, qualcosa che faccia pensare alla tradizione, al rosso, al bianco, e allora ecco gli ultimi ornamenti che sto cucendo, di Lucie Heaton. Poi parliamo di qualcosa di molto attuale: cosa regalare a una ricamina?

Cosa c'è di meglio di babbi Natali tradizionali? Questi fanno parte di una serie di quattro, per ora i primi due. Me li ero segnati da fare da ormai così tanti anni... giacevano tristi e sconsolati nel contenitore degli schemi. Poi un guizzo, li ho tirati fuori, erano perfetti per un avanzo di lino ecru con cui non sapevo cosa fare.


E finalmente mi sono pure ricordata di firmarli con la mia sigla! Sapete che mi dimentico sempre di farla? E invece è importante, purchè sia piccolina, elegante e non invasiva, è un segno personale che è bello che rimanga.

Li ho rifiniti con nastro e campanellino, ma starebbero benissimo anche su un biglietto. Schema Nordic Noël di Lucie Heaton tratto dalla rivista CrossStitch Collection