Passa ai contenuti principali

Tovaglia ghirlanda di fiori

Sono orgogliosissima di essere finalmente arrivata alla fine di questa tovaglia che, devo dire la verità, mi ha dato parecchio filo da torcere. I problemi sono stati molti, a partire dalla stoffa, un cotone bianco a 11 fili acquistato in un negozio della catena Made in Biella, molto regolare, ma rigidissimo all'inizio e floscio dopo 2 giorni di lavorazione, tanto da dover usare il telaio (che non amo). Difficile anche da stirare, in compenso a lavarlo è venuto davvero bianchissimo.
Poi lo schema, tratto da Blumenmeer, il bellissimo libretto Rico design n. 125: per la prima volta da quando uso i libri Rico ho avuto parecchie difficoltà a distinguere le sfumature delle rose. Non so se mi è capitata una copia fallata, ma i rosa non si distinguevano per niente, ho dovuto andare a occhio. Per questo sono venute una diversa dall'altra (il che, tutto sommato, non è neanche male). Il filato è DMC e Anchor, a seconda di quello che avevo in casa.
Infine la rifinitura: avevo pensato di fare un orlo a giorno, magari riprendendo il colore rosa pallido; poi per fare più presto, visto che ormai mi stavo annoiando, ho comprato un pizzo di cotone ed è venuta così.
Abbiate pietà, come al solito gli angoli sono il mio punto debole. Et voilà, un altro lavoretto finito :)

 

Commenti