Passa ai contenuti principali

I love cupcakes!

Come vi dicevo qualche giorno fa, i ricamabili si moltiplicano nell'armadio. Questo ci è rimasto parecchio, un asciugapiatti della Tessitura Artistica Chierese fatto apposta per Casa Cenina pieno di dolcezza. Il colore è neutro ma non sapevo cosa ricamarci. Fino a che non è uscita Ricamare n. 5 di maggio (2014) ed et voilà eccolo lo schema giusto! Dei cupcakes ciliegia/pistacchio dai colori vivaci. Neanche a farlo apposta riprendono perfettamente quelli tessuti.






Sulla rivista ci sono anche altri schemi che potrebbero andare bene se non vi piacciono questi, ma ce ne sono anche in Le idee di Susanna sempre di maggio (ho comprato anche quella perchè ero indecisa) con macarons, bignè e donuts bellissimi che ovviamente mi ripropongo di fare.

Commenti

  1. Bellissimi Irene!! anch'io ho preso questi asciughini su Casa Cenina, uno rosa l'ho regalato a Natale e uno celeste devo ricamarlo per me :-)

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho un sacco di ricamabili nell'armadio , infatti sto cercando pian piano di smaltirli...ho trovato una rivista con uno schema perfetto per un paio di strofinacci ma purtroppo la tela non è abbastanza alta per lo schema :-(
    Questi cup cacke sono davvero belli ,mi sembra che lo schema sia anche semplice

    RispondiElimina
  3. Bellissimo...aspetto di vedere quello con i macarons!
    Buona settimana
    Un abbraccio
    Claudia

    RispondiElimina
  4. Hehe, vedo che i ricamabili impazzano. Lo schema è semplice sì e ha pochi colori, velocissimo da fare. Grazie a tutte

    RispondiElimina
  5. Bellissimi! Adoro i dolcetti.. Ricamati e non...!
    Una scelta molto azzeccata!

    RispondiElimina
  6. Si condivido, i ricamabili si moltiplicano... questi cupcakes sono troppo carini ed allegri!

    RispondiElimina
  7. Complimenti, sono bellissime.

    RispondiElimina
  8. complimenti mi piacciono tanto a presto
    carmela balades et broderies

    RispondiElimina
  9. Cupcake coloratissimi e molto molto carini!!!

    RispondiElimina
  10. ciaoooo...ho appena ammirato i tuoi capolavori...bravissima!!!!!!!...questi dolcetti sono deliziosi...brava..brava..brava..a presto..Clau

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Punto croce: a quanti fili si ricama?

Ciao ragazze, oggi parliamo di filati e cerchiamo di rispondere a una domanda piuttosto frequente: quanti fili dobbiamo usare per le nostre amate crocette? Parliamo ovviamente del filato più comune, ovvero delle matassine di cotone mouliné che, solitamente, sono vendute in unità di 8 metri a 6 capi. Proviamo a fare chiarezza.

Molti disegnatori hanno ormai l’abitudine di aggiungere una legenda ai loro schemi con indicato le dimensioni del ricamo sui vari tipi di tela, la quantità di matassine per colore e, appunto, il numero dei capi da usare. Ma non sempre siamo così fortunate. Allora, come facciamo?
Posto che dipende dal tipo di tela che usiamo e dall’effetto di copertura che vogliamo ottenere, per il punto croce non è un aspetto secondario, la nostra scelta fa una grande differenza!
Generalmente: 1 capo dona poca copertura e può essere usato per i dettagli meno pieni come il cielo sullo sfondo;2 capi donano una migliore copertura, è la quantità usata più spesso nella maggior parte…

Tele da ricamo: aida e count

Torniamo alla nostra rubrica sulle tele da ricamo. La volta scorsa abbiamo parlato della composizione delle varie declinazioni della tela aida. Oggi torniamo sull'aida ma cerchiamo di imparare le sue misure: cosa sono i count, come si calcolano, come si calcola la dimensione di uno schema, quanti fili dobbiamo usare. Procediamo con ordine. Le misure Quando andiamo in negozio a comprare la tela aida, ci viene chiesto a quanti count, a quanti fori o a quanti quadretti la vogliamo. Noi italiani parliamo di quadretti, nei paesi anglosassoni usano i count che non corrispondono, eh? Attenzione: una tela 20 count non significa che ha 20 quadretti in 10 cm. Vediamo di essere più chiari. Cosa sono i count I paesi anglosassoni hanno, come unità di misura, il pollice (inch) che corrisponde a 2,54 cm (arrotondiamo a 2,5). Con count, si intende il numero di quadretti di tela che ci stanno in un pollice (quindi in 2,5 cm). É un po' complicato per noi che non siamo abituati a questa unità d…

Set da cucito fai da te: tutorial

Buongiorno ragazze! Oggi vi faccio un tutorial per insegnarvi a creare un meraviglioso set da cucito composto da puntaspilli e trovaforbici coordinato per la primavera/estate con gli schemi free di Crocette a gogò (trovate il trovaforbici qui e il puntaspilli qui). E siccome siamo ricamine fashion, lo facciamo in versione Tiffany!

Per prima cosa dobbiamo ricamare gli schemi. Io ho scelto di farli sull’aida 20 count (80), ma prendete una tela che avete, non ci sono problemi, il criterio di rifinitura è lo stesso. Unica cosa che vi chiedo, ricamate le farfalle ma non la cornice, quella la faremo dopo per applicare il ricamo sulla stoffa.
Vi metto la lista dei materiali e tinte che ho usato io, voi scegliete a vostro estro, okay? Schemi free di Crocette a gogò scaricabili qui e qui Tela aida Zweigart 20 count (80) color light mocha Fili e Filati DMC Mouliné: 958, 964, 3021, B5200 Perline Mill Hill: 40556, 40557, 42017 Ora dovreste trovarvi così:

Io ho scelto di fare una cornice più vicin…

Come fare un piano editoriale per blog di ricamo

Buongiorno ragazze, come state? Oggi spazio leggermente e mi dedico a una passione correlata al ricamo che ha preso anche molte di voi: il blog. Non siamo professioniste, non facciamo marketing, eppure ci teniamo ad avere un blog aggiornato, seguito e curato: come possiamo organizzarci al meglio se non abbiamo tempo? Vi do qualche consiglio.

Questo post l’ho pensato durante l’isolamento per il COVID-19: con più tempo per meditare, mi sono resa conto che, causa aumento del lavoro e l’apertura di vari social, il mio blog proseguiva ma non tanto bene. Non solo languivano i contenuti, non riuscivo nemmeno a sincronizzare i social, con la conseguenza che il blog mostrava post ormai vecchi. Spesso, inoltre, mi veniva l’ansia da pubblicazione.
Vi suona famigliare?
La soluzione è semplice: occorre organizzazione
Vi spiego come ho fatto io e, anche se non vi porterà miliardi di followers, contribuirà a farvi tornare la voglia e il piacere di scrivere. 
Innanzi tutto vi servono poche cose: u…

Paul Gallico, La signora Harris: recensione

Buongiorno ragazze, come state? Oggi il consueto appuntamento con uno dei Needlework Fiction Books, un libro davvero carino che parla di cucito per la haute couture, in particolare per la Maison Dior! Sono molto felice di parlarvene, perché non è così conosciuto, invece è una piccola perla meritevole di lettura.

Paul Gallico, La signora Harris, Sperling & Kupfer, Milano 2013 Tit. orig.: Flowers for Mrs Harris Genere: romanzo femminile Categoria: cucito, haute couture Trama La signora Ada Harris è una governante inglese di mezza età che, dopo la morte del marito, pulisce case e appartamenti nella Londra degli anni Sessanta: da quella dell’attricetta che per quanto ci provi non riesce a sfondare, a quella di un militare in pensione, a quella della contessa. La sua vita umile, regolare e ripetitiva viene sconvolta quando, nell’armadio di una lady presso la quale lavora, scorge degli abiti da sera di Christian Dior. La signora sarà piccola, dimessa e anzianotta, ma resta così folgora…