Passa ai contenuti principali

É sempre Natale

Questo è un esempio di come non si dovrebbe scegliere la tela e ricamare la sera con luce artificiale, perchè non mi sono accorta che sulla tela avorio il bianco della neve non si vede assolutamente.


L'ho terminato per non buttare un ricamo 1 su 1, ma i prossimi della serie lì farò su una tela più scura.


Schema Red Christmas The colors of Christmas di The Little Stitcher
Nastro e passamanerie

Commenti

  1. Siete un esempio che non è mai troppo presto per pensare il Natale , bello modello si è scelto . baciare , mdm Samm , Canada

    RispondiElimina
  2. ..e' comunque molto bello ;)
    un bacio
    stefy

    RispondiElimina
  3. It's a beautiful ornament, Irene!

    RispondiElimina
  4. è carino lo stesso, io ho risolto con una lampada portentosa...

    RispondiElimina
  5. e si anche io faccio sempre errore di comprare tela bianca, per far risaltare gli altri colori, ma poi il bianco non si vede per nulla.. adesso vado sempre su ecru o bianco sporco..
    in ogni caso bellissimo il ricamo :-)
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  6. Such a darling finish, Irene! It is hard to get white to show up sometimes, but I can see it better in the last photo. I look forward to seeing your next finish :)

    RispondiElimina
  7. Anche io ho fatto il solito errore... -.-' Sbadate!
    Il ricamo è comunque delizioso!
    Un abbraccio,
    Daniela

    RispondiElimina
  8. E' molto bello lo stesso!!! per i prossimi però forse leggermente più scura è meglio ma senza esagerare...

    RispondiElimina
  9. Lovely ornament.

    Greetings,Manuela

    RispondiElimina
  10. Ma è comunque un amore!!! Ti capisco .... è successo anche a me. Smack Woody

    RispondiElimina
  11. Ire è bellissimo anche così!!!! ;))
    baci
    Chicca

    RispondiElimina
  12. Forse è' vero, su una più scura risalterebbe di più... Però è' carinissimo!!!

    RispondiElimina
  13. Very, very cute - I love it! blessings, marlene

    RispondiElimina
  14. You are right - when you love Christmas you can stitch on Christmas pieces throughout the whole year. Your little ornament is so lovely. Beuatiful finish.

    RispondiElimina
  15. Sweet little ornament, lovely finish.

    RispondiElimina
  16. Anche a me capita! Però è bello lo stesso! ^_^ Non è mai troppo presto per iniziare a pensare al Natale!

    RispondiElimina
  17. Really really lovely little finish!!

    RispondiElimina
  18. ah cavoli, qualche volta capita di sbagliare qualcosina nel programmare i nostri lavoretti... ma secondo me è un ricamo molto carino lo stesso! Scoccia solo aver lavorato e che neanche si veda... complimenti anche per il tuo blog, sono una nuova follower con molto piacere :)

    RispondiElimina
  19. This has happened to me before choosing late at night with artificial lighting the colour black, only to find in the morning light that I had been embroidering with very dark blue :-(( However your ornament is really lovely anyway.

    RispondiElimina
  20. Thank you for your visit and comments on my blog.

    RispondiElimina
  21. Chi ben comincia è a metà dell'opera....giusto?....delizioso questo quadretto....kiss!
    Serena

    RispondiElimina
  22. Direi che è comunque bellissimo, si a volte si sbaglia con le tonalità della stoffa, bellissimo l'albero di Pasqua, ciao M.Grazia

    RispondiElimina
  23. Direi che è comunque bellissimo, si a volte si sbaglia con le tonalità della stoffa, bellissimo l'albero di Pasqua, ciao M.Grazia

    RispondiElimina
  24. Molto carino Irene! Ti é venuto bene lo stesso! Un abbraccio ;)

    RispondiElimina
  25. Maravilhoso lavoro Irene
    besitos desde Francia

    RispondiElimina
  26. Irene sei forte :)
    Non preoccuparti perchè il lavoro è bellissimo lo stesso. Poi io, ricamando nei pochi momenti che Anna dorme, faccio anche di peggio. Mi è toccato disfare un gatto che le ho ricamato sull'accapatoio :(
    Grazie per essere passata da me

    RispondiElimina
  27. Grazie della tua visita al mio blog!!!! I tuoi lavori sono molto belli.
    Annamaria

    RispondiElimina
  28. Ciao Irene! E' meraviglioso e così delicato. Io amo il Natale!
    Buona giornata!
    Baci dal Portogallo.
    Ana Love Craft,
    www.lovecraft2012.blogspot.com

    RispondiElimina
  29. a me piace tantissimo...anche così ma se vuoi provare a scurirlo con un pò di the ( nn il caffè) e un pennellino piccolo passando solo sulla stoffa....a volte lo faccio quando mi capita....glo

    RispondiElimina
  30. Cara Irene è accaduto anche a me di fare lo stesso tuo errore...la mia casina sembrava senza tetto, per non buttare via il ricamo ho passato con un filo colorato tutto intorno alle crocette bianche il punto filza.....il tuo ricamo mi piace anche così...Buona domenica. Antonietta

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Ricamo terapeutico: cucire aiuta le persone ad esprimersi e a guarire

Il ricamo è terapeutico? Per noi appassionate la risposta è scontata: naturalmente ! Concentrarsi su un lavoro, farsi completamente assorbire dall’ago e dal filo, allevia cattivi pensieri, tumulti interiori, ferite del corpo e dell’anima. Parliamone.


Questo post trae origine da un articolo di Clare Hunter, autrice di Threads of Life. A History of the World Through the Eye of a Needle [qui su Amazon, qui su BookDepository]: penso che il libro lo comprerò, nonostante le recensioni non molto positive, pare che pecchi un pochino di superficialità, magari aspetto che sia scontato.
Clare racconta come a casa sua, nella Glasgow del dopoguerra, la macchina da cucire, le scatole di bottoni, il cestino da lavoro, fossero il simbolo del tepore e della sicurezza della famiglia. Il suo primo colpo di fulmine è stato entrare in una merceria per scegliere tele di lino, aghi, fili e forbicine: quel piccolo tesoro era il primo lusso tutto suo, una cosa bella che le apparteneva. In questo le somigli…

Api a punto croce per il mio nuovo set da cucito

I set da cucito, lo sapete, li adoro. Mi piace essere sempre diversa e in stagione, anche con qualcosa di frivolo come il mio puntaspilli. Allora ne ricamo e cucio tanti, sono perfetti per me ma anche come regalo per le amiche!

Ho scelto api e coccinelle, animaletti utili e simpatici, per provare a cucire in modo più creativo un puntaspilli e un trovaforbici coordinato. 
Niente di più semplice: ho cucito un triangolo di stoffa accanto al mio ricamo, e ve lo consiglio se avete nel cassetto dei piccoli ricamini di forma strana che non sapete come usare.
Il retro è tutto di stoffa a fiori.

Ho preso schema e modello da un vecchio numero della rivista Le idee di Susanna. Anni fa la compravo spesso, ora un po' meno ma è sempre carina, ci sono tanti spunti originali e sfiziosi, mai banali e semplici da fare.

Vi faccio vedere più vicino com'è il modello pubblicato. Ci sono andata vicino, vero?

Ecco, care amiche, non mi stancherò mai di dirvi che non occorre spendere tanto per essere…

Parrot biscornu: coloratissimi pappagalli per un'estate fantastica!

Ragazze, non so cosa mi sia successo ma quest'anno sento tantissimo l'estate! Di solito in questo periodo ricamo il Natale, non vedo l'ora che passi il caldo, invece mi sono data a ricami coloratissimi, tropicali, hawaiani! Oggi vi faccio vedere un biscornu di Tiny Modernist che adoro!

Vero che viene voglia di farlo? Ha dei toni meravigliosi, in più lo schema è semplicissimo, i cambi di colore non sono molti, io ve lo consiglio.

Qui il retro.


L'ho ricamato su un'aida 80 (20 count) per farlo piccolino, con un capo di moulinè, ma penso venga benissimo anche con un'aida più grande, così è anche più facile cucire il biscornu (sotto vi metto il video proprio di Tiny Modernist che vi insegna a farlo).
Parrot biscornu Tiny Modernist
Tela aida Zweigart 80 (20 count)color bianco antico
Fili e Filati DMC Mouliné
Perline
Imbottitura Prym Ecco il video che insegna a rifinire un biscornu.