Passa ai contenuti principali

Sta arrivando la befana!

Cosa avrò fatto mai per attendere la Befana? Ovvio, la calzetta! 


Visto che ho un po’ di tempo, ci ho messo dell’impegno. Ho iniziato ricamando il free di Sara Guermani (che trovate qui), poi ci ho pensato sopra… cosa farci? Ispirata dai meravigliosi lavori di Marie Suarez ho preso il pannolenci e via! 


Tagliata la calzetta, ricamato a mano libera, et voilà, finita e appesa.


Ora aspetto che passi la simpatica vecchietta e me la riempia di dolcetti 😁
Schema free di Sara Guermani
Tela Zweigart Floba extrafine natural 32 ct 
Fiestafelt di vari colori 
A dire il vero per questa festa c’è un po’ di amore/odio: da una parte mi ricorda quando ero bambina e, con mia sorella, visto che in casa non avevamo il camino, appendevamo le calze (mica quelle corte eh? Lunghissimeeee) sopra la stufa a legna. Mio papà un pochino barava: metà le riempiva con i dolci (anche un po’ di carbone di zucchero, perché qualche marachella la combinavamo ), metà con arance, mandarini e noci per fare volume, ma andava bene lo stesso. Dall’altra c’era anche un po’ di tristezza, perché

L’Epifania 
tutte le feste si porta via 

e quindi bisognava tornare a scuola. Però pazienza, una bellissima consolazione arrivava dal fatto che presto sarebbe arrivato Carnevale.
Qui in Veneto la notte del 5 gennaio c’è la tradizione dei falò (si chiamano Panevin):


si bruciano gli scarti della potatura delle vigne e dei gelsi accatastati in un cumulo sulla cui sommità viene issata la “vecchia” una specie di strega fatta di stracci. A seconda di dove vanno le scintille e il fumo, si vedrà se sarà un anno prospero o no. Nel frattempo si beve vino speziato caldo e si mangiano dolci tipici, tra cui la Pinza, una torta fatta di pane raffermo, uvetta, fichi secchi e semi di finocchio.


Non mi resta che augurare una buona Befana a tutte!

Commenti

  1. molto simpatica la tua calza, complimenti!!! In questo momento assaggerei volentieri un pezzo di pinza, deve essere buonissima!!!! Un abbraccio e buona Epifania Lory

    RispondiElimina
  2. Anch'io non avevo il camino e la befana metteva le calze sotto l' albero , non amo particolarmente questa festività proprio perche segnava la fine delle vacanze .
    Mi piace molto la tua calza speriamo che la vecchina la riempia di🍬🍭🍫🍬🍭🍫🍬🍭🍫🍬🍭🍫

    RispondiElimina
  3. Che bei ricordi Irene! E già, siamo arrivati all'Epifania e con essa si chiudono le feste. Quest'anno volate in un soffio.
    Buona Befana anche a te, la tua calzetta è simpatica, chissà se troverai dolci, carbone o...carbone di zucchero? ;)
    Un baciotto Susanna

    RispondiElimina
  4. What a cute sock you've created, Irene! Wishing you a very happy and healthy New Year!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia la tua calza!!!! Non resta che riempirla di dolci!!!!
    Un caro saluto ed a presto.
    Fanila

    RispondiElimina
  6. Splendida la tua calzina!!!! E che belle tradizioni, grazie per avercelo raccontato!!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  7. Great sock! Santa always filled ours with socks (for us to wear) and candy and little presents.

    RispondiElimina
  8. Sei fortissima Irene! È stupenda questa calzina. Interessante anche le usanze dalle vostre parti. Un po' come a Zurigo il "Sächsilütä" dove si fa un falò con un omino e dipende quanto ci mette a scoppiare per dirci come sarà l'inverno... 💓🤗

    RispondiElimina
  9. Bella la calza e l'assemblaggio!
    In Friuli si hanno usanze simili, ricordo che da bimba, quando ci andavo anche d'inverno, il "fogaron" mi lasciava a bocca aperta, le fiamme erano altissime e i "vecchi" ci spiegavano come sarebbe stato l'anno appena iniziato, che bei ricordi!
    Buon 2017.
    Mila

    RispondiElimina
  10. Caro Irene,

    La calza è davvero meraviglioso! Amo il vostro traguardo troppo!

    Auguro un meraviglioso anno di anticipo! Buon 2017!♥♥

    RispondiElimina
  11. Excellent finish on the stocking and thanks for the info on your tradition, have fun!

    RispondiElimina
  12. Oh, what a great idea to attach the little Befana to a felt stocking. Looks gorgeous.
    It was nice to read about your traditions.

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

I Sewing Set non bastano mai: arrivano le zucche!

Settembre è un mese importante, un inizio anno per chi va a scuola e per tutte noi che pensiamo alla prossima stagione, vero? Oggi vi mostrerò un set per il cucito creato per caso con i più piccoli avanzi. Poi penseremo alla scuola che inizia, vedremo un paio di Secret Stitch Along in partenza, infine una divertente sorpresa!

Non sono l'unica che considera il mese di settembre come un capodanno, vi vedo che preparate progetti, fate nuovi propositi e mentalmente siete già proiettate verso l'autunno e il Natale. Io lo faccio ad agosto, fate voi! 
Veniamo al ricamo. Ricordate che tempo fa ho preparato un Sewing Set con un free di The Little Stitcher? Quello è per inizio autunno, ma per novembre... beh, novembre significa zucche, no? Sempre sullo stesso post avevo condiviso qualche free, in particolare questo. Per le zucche bianche ho proprio un debole, dovevo assolutamente ricamarle! Avevo giusto giusto un avanzino di lino color arancio, in modo da creare la sorpresa dell'in…

L'attesa è finita: un runner con i pattini!

Ragazze, quanto vi ho fatto aspettare? Oggi finalmente vi farò vedere il mio runner per l'inverno con fiocchi di neve e pattinatori Rico Design! Poi parleremo di Halloween (di già?!) con qualche free per prepararci per tempo ma, dato che ci siamo, anche qualche free per l'autunno e una novità CCN.


Ve ne ho parlato fino allo sfinimento del mio runner di cui sono tanto orgogliosa (meno orgoglio per come fotografo!!) e oggi ve lo mostro finito! Questo schema lo amo così tanto che l'avevo già ricamato in passato su una banda di lino, ma non gli avevo fatto le foto e lo avevo regalato. Così ho deciso di farlo su un lino riviera quadrettato Graziano (ricamo italiano!) che avevo lì dalla preistoria! I quadretti color ecru danno profondità e smuovono il ricamo, dovrei usare questo tipo di lino più spesso!

Lo schema l'ho tratto dallo stupendo libretto Rico Design n. 108 Wintermärchen, è uno vecchiotto quindi ha le conversioni con i filati DMC e Anchor corrette. Si trova ancora…

Il caffè è sempre una buona idea

Care amiche, ve li avevo annunciati e oggi vi mostrerò i portachiavi per le chiavette dei distributori del caffè che ho ricamato con lo schema di Emma Congdon. Poi riprendiamo il discorso del ricamo ecologico ed ecosostenibile con Lord Libidan e ci sarà un nuovo SAL natalizio e dei free.

Visti questi schemi sulla rivista Cross Stitch Crazy, li ho subito messi tra i lavori da fare, perchè avevo delle idee: erano perfetti come portachiavi per le chiavette dei distributori automatici. In origine sono stati pensati per dei copritazza in feltro, ma noi non siamo abituati ad usare quei contenitori, poi li trovo un po' scomodi, li devi togliere ogni volta che vuoi lavare la tazza.  Proprio per questo gli schemi sono un po' grandi, e ho dovuto usare la tela aida (avanzi e ritagli) più piccola che c'è, la 20 count (o aida 80, ci stanno 8 crocette per cm).

Anch'io ho scelto il feltro per rifinirli, avevo dei colori giusti giusti, e li ho cuciti con un semplice punto festone. Un…