Passa ai contenuti principali

Sta arrivando la befana!

Cosa avrò fatto mai per attendere la Befana? Ovvio, la calzetta! 


Visto che ho un po’ di tempo, ci ho messo dell’impegno. Ho iniziato ricamando il free di Sara Guermani (che trovate qui), poi ci ho pensato sopra… cosa farci? Ispirata dai meravigliosi lavori di Marie Suarez ho preso il pannolenci e via! 


Tagliata la calzetta, ricamato a mano libera, et voilà, finita e appesa.


Ora aspetto che passi la simpatica vecchietta e me la riempia di dolcetti 😁
Schema free di Sara Guermani
Tela Zweigart Floba extrafine natural 32 ct 
Fiestafelt di vari colori 
A dire il vero per questa festa c’è un po’ di amore/odio: da una parte mi ricorda quando ero bambina e, con mia sorella, visto che in casa non avevamo il camino, appendevamo le calze (mica quelle corte eh? Lunghissimeeee) sopra la stufa a legna. Mio papà un pochino barava: metà le riempiva con i dolci (anche un po’ di carbone di zucchero, perché qualche marachella la combinavamo ), metà con arance, mandarini e noci per fare volume, ma andava bene lo stesso. Dall’altra c’era anche un po’ di tristezza, perché

L’Epifania 
tutte le feste si porta via 

e quindi bisognava tornare a scuola. Però pazienza, una bellissima consolazione arrivava dal fatto che presto sarebbe arrivato Carnevale.
Qui in Veneto la notte del 5 gennaio c’è la tradizione dei falò (si chiamano Panevin):


si bruciano gli scarti della potatura delle vigne e dei gelsi accatastati in un cumulo sulla cui sommità viene issata la “vecchia” una specie di strega fatta di stracci. A seconda di dove vanno le scintille e il fumo, si vedrà se sarà un anno prospero o no. Nel frattempo si beve vino speziato caldo e si mangiano dolci tipici, tra cui la Pinza, una torta fatta di pane raffermo, uvetta, fichi secchi e semi di finocchio.


Non mi resta che augurare una buona Befana a tutte!

Commenti

  1. molto simpatica la tua calza, complimenti!!! In questo momento assaggerei volentieri un pezzo di pinza, deve essere buonissima!!!! Un abbraccio e buona Epifania Lory

    RispondiElimina
  2. Anch'io non avevo il camino e la befana metteva le calze sotto l' albero , non amo particolarmente questa festività proprio perche segnava la fine delle vacanze .
    Mi piace molto la tua calza speriamo che la vecchina la riempia di🍬🍭🍫🍬🍭🍫🍬🍭🍫🍬🍭🍫

    RispondiElimina
  3. Che bei ricordi Irene! E già, siamo arrivati all'Epifania e con essa si chiudono le feste. Quest'anno volate in un soffio.
    Buona Befana anche a te, la tua calzetta è simpatica, chissà se troverai dolci, carbone o...carbone di zucchero? ;)
    Un baciotto Susanna

    RispondiElimina
  4. What a cute sock you've created, Irene! Wishing you a very happy and healthy New Year!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia la tua calza!!!! Non resta che riempirla di dolci!!!!
    Un caro saluto ed a presto.
    Fanila

    RispondiElimina
  6. Splendida la tua calzina!!!! E che belle tradizioni, grazie per avercelo raccontato!!!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  7. Great sock! Santa always filled ours with socks (for us to wear) and candy and little presents.

    RispondiElimina
  8. Sei fortissima Irene! È stupenda questa calzina. Interessante anche le usanze dalle vostre parti. Un po' come a Zurigo il "Sächsilütä" dove si fa un falò con un omino e dipende quanto ci mette a scoppiare per dirci come sarà l'inverno... 💓🤗

    RispondiElimina
  9. Bella la calza e l'assemblaggio!
    In Friuli si hanno usanze simili, ricordo che da bimba, quando ci andavo anche d'inverno, il "fogaron" mi lasciava a bocca aperta, le fiamme erano altissime e i "vecchi" ci spiegavano come sarebbe stato l'anno appena iniziato, che bei ricordi!
    Buon 2017.
    Mila

    RispondiElimina
  10. Caro Irene,

    La calza è davvero meraviglioso! Amo il vostro traguardo troppo!

    Auguro un meraviglioso anno di anticipo! Buon 2017!♥♥

    RispondiElimina
  11. Excellent finish on the stocking and thanks for the info on your tradition, have fun!

    RispondiElimina
  12. Oh, what a great idea to attach the little Befana to a felt stocking. Looks gorgeous.
    It was nice to read about your traditions.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

A winter wonderland with Fizzy Moon!

Buon anno ricamine! Iniziamo il 2018 con l’ultimo ricamo del 2017 dedicato a un inverno magico. Vedremo così alcuni errori da non fare (che, ovviamente, ho fatto 😎), e un esperimento con fili metallizzati a basso costo ✌. Non possono mancare poi i buoni propositi😀

Allora, care ragazze, come è iniziato l’anno? Siete ancora bellissime e piene di lustrini tra i capelli? Tanto lo so che avete pensato anche ai ricami futuri, non ci possiamo fare niente! Anch’io ho un po’ di idee. Oggi vi faccio vedere questo che ho terminato proprio alla fine del 2017. Vi ho già anticipato che ci sono degli errori e ve li racconto, così se lo volete fare non li commetterete anche voi. Come avete visto si tratta di Fizzy Moon, questo orsacchiotto simpatico che mi piace molto. Quando ho visto il progetto sulla rivista ho capito che lo volevo assolutamente fare, nonostante tutto quel punto scritto che odio (motivo per il quale ricamo poco anche Margaret Sherry). Il problema è questo: sulle riviste i ricam…

Nordic Noël parte seconda

Ragazze siamo agli sgoccioli, manca meno di una settimana! Come siete messe con i vostri ricami? Oggi vi mostro gli ultimi due ornamenti con i babbi di Lucie Heaton e poi con il Natale ho finito!

Allora, siamo al delirio pre-natalizio? Io ho così tanta confusione che non so nemmeno se ho preparato tutti i regali o no! La cosa certa è che con gli ornamenti ho finito! L'anno prossimo spero di non trovarmi all'ultimo come questo, dovrei essere più costante e produrre qualcosa tutto l'anno (potrebbe essere un buon proposito?). Intanto ecco gli ultimi due babbini di Lucie Heaton, vi ricordate i precedenti?



Ora non resta che aspettare e consegnare tutto con tanta allegria!


Schema Nordic Noël di Lucie Heaton tratto dalla rivista CrossStitch Collection n. 217 dicembre 2017 Tela Zweigart Newcastle 40 count color naturale raw Filati DMC Mouliné E dopo il Natale? Ancora non ci pensiamo ma appena una settimana dopo Natale arriva il nuovo anno. Dunque, non vorrei fare consuntivi, conf…

Hot winter!

Il freddo tarda ad arrivare ma intanto ho finito i maglioncini di Madame Chantilly! Ecco gli ultimi due:

E qui tutti insieme:




Ho visto che molte di voi li stanno ricamando, fatemi vedere le vostre versioni. Per chi mi aveva chiesto come li riempio, ho scelto l'imbottitura della Prym, ma va bene qualsiasi marca, anche cotone o avanzi.
Schema di Madame Chantilly Hot Winter
Tela Zweigart Newcastle 40 ct. color naturale
Filati DMC Mouliné 321, B5200, 800, 898
Stoffa Lecien Corporation Scandinavian Christmas di Lynette Anderson
Bottoni Jesse James & Co. Trimming the Tree