Passa ai contenuti principali

Una strega dai capelli viola

Halloween si avvicina, quindi vi presenterò la mia nuova strega dai capelli viola disegnata da Lucie Heaton. Vedremo poi alcuni consigli per innamorarsi ancora del proprio blog, due nuovi SAL in partenza (uno di ricamo tradizionale e uno a punto croce) e infine un raffinatissimo blog.



Conoscete già la mia passione per i ricami di Halloween (l'ultimo che ho fatto è stato questo spaventosissimo biscornu 🎃), benchè in Italia la festa sia meno sentita rispetto al resto del mondo. Non so bene perchè ma adoro ricamare mostriciattoli e streghette dai colori improbabili. In realtà ho ricamato questa streghetta per allegarla ad un regalo di compleanno di fine ottobre di un'amica che... ha i capelli proprio così 👌 e le somiglia pure!! Fa parte della serie Witch Fairies disegnate da Lucie Heaton (avrete certamente già riconosciuto lo stile). Le streghe sono 3 in pose e con i capelli di colore diverso, ma per quest'anno io mi fermerò qui. Ora però devo fare una critica: le streghe sono meravigliose, ma sono l'unico schema veramente bello della rivista da cui le ho tratte: Just CrossStitch Halloween 2017 per intenderci, questa qui


Certo, è un parere strettamente personale eh? Ma non so, qualcuna di voi l'ha acquistata? Non avete notato schemi un po' ripetitivi e privi di originalità? Ultimamente in queste edizioni speciali sto notando poca qualità, ho come l'impressione che i disegnatori (sempre bravissimi, niente da dire) diano alla rivista uno schema che era rimasto da tempo in un cassetto, così, tanto per esserci. Capisco che i disegni migliori li tengano per venderli loro stessi, ma queste riviste sono un ottimo veicolo per farsi conoscere: quindi, perchè non dare qualcosa che li rappresenti davvero in tutta la loro bellezza? Spero di non risultare offensiva, ma se avevate intenzione di prenderla mi sento di sconsigliarvela, piuttosto scegliete qualche numero del passato, erano molto meglio. Oppure acquistate gli schemi dei disegnatori che più vi piacciono e basta.
Tornando alla mia strega, si ricama velocemente ed è ottima per usare gli avanzi di tela e filo.

Schema di Lucie Heaton Purple Witch della serie Witch Fairies nella rivista Just CrossStitch Halloween 2017
Tela aida Zweigart 55 (14 count) colore bianco
Filati DMC Mouliné: 3799, 948, 725, 726, 604, 208, 209, 414
E ora una piccola sbirciatina a quello che sto ricamando, ma non vi svelo ancora nulla!

Stanchezza da blog? Innamorarsene ancora è possibile (e bellissimo)!

Piccola premessa: le nuove generazioni considerano i blog antiquati, prediligono mezzi e social più veloci, immediati e con poche parole. É così e dobbiamo prenderne atto, se abbiamo un'azienda e vogliamo vendere i nostri prodotti dobbiamo adeguarci ed assumere un linguaggio nuovo. Come sarà il futuro? Non si sa, potrà essere fatto di sole immagini oppure potrebbe tornare di moda il vintage, ovvero la calma e la scrittura. Io ci provo ad essere su qualche social, e devo dire che per le condivisioni e le notizie del mondo, beh, sono così facili e veloci che non ci sono paragoni. Tuttavia... anche i miei post lì diventano veloci: veloci a sparire. Pensavo che avrebbero portato più contatti verso il mio blog e invece dalle statistiche si evince che i clic verso il blog sono pari a 1 alla settimana o a 0. Significa che a chi mi segue lì basta vedere una foto dei mei lavori, qualche schema condiviso, o brevi notizie, non è invogliato a leggere oltre. Se si vuole restare sulla cresta dell'onda, ovvero ben visibili sulla home page, bisogna essere costanti, pubblicare contenuti interessanti, foto meravigliose, e seguire delle regole di marketing ben precise: insomma diventa un lavoro che, ripeto, è estremamente utile per chi vende ma non per chi scrive per diletto. E poi... poi vieni a sapere che ci sono aziende o organizzazioni che, a pagamento, aggiungono contatti e like a profusione, e allora ti chiedi: ma dove sta la verità?


Per questo ancora resisto e amo tanto il mio blogghino 💕. Certo, anche i blog hanno delle regole per la visibilità nei motori di ricerca, per pubblicare le foto eccetera, ma si imparano con l'uso (e si può anche fare a meno di metterle in pratica). Richiedono tempo e impegno, ma sono il nostro diario che non sparisce in un secondo e mezzo, resta per noi e per tutti quelli che amano condividerlo. Tempo fa avevo scritto dei consigli che ci aiutano quando non sappiamo cosa scrivere, li trovate qui. Ma magari c'è qualcosa di più che ci impedisce di portarlo avanti: forse non lo amiamo più? Ho fatto questa riflessione quando ho letto questo post scritto da una professionista. Non ve lo traduco letteralmente ma scrivo qualcosa di mio che va un po' oltre.
Non credo che l'abbandono sia esclusivamente per la mancanza di tempo: per una passione il tempo si trova sempre, anche solamente un'ora al mese. Forse le motivazioni vanno un po' più nel profondo:
  • magari... non ci riconosciamo più? Può essere che ci sia una distanza tra ciò che scriviamo e quello che siamo? Forse se siamo meno impersonali, più calde, più noi stesse, nel bene e nel male, il blog torna ad essere casa nostra e ci restiamo più volentieri;
  • non ci piace più quello che facevamo? Succede che le passioni cambino, non obblighiamoci a continuarle ossessivamente, possiamo sempre cambiare;
  • non ci troviamo abbastanza interessanti e pensiamo che non ne valga la pena? Errore, c'è sempre qualcuno che ci nota o che si ritrova in noi, anche se non lo dice;
  • riceviamo critiche da tutte le parti? Eh beh, su questo argomento, che dire? A volte la gente parla per dare aria ai denti, ma a volte su qualcosa ha ragione e ci potrebbe servire per migliorare. Sapete cosa dobbiamo fare noi? Essere sempre eleganti, con un bel sorriso, ringraziare e, se non ne vale la pena, passare oltre.
Insomma, le ragioni per abbandonare potrebbero essere tante. Se ancora al nostro blog ci teniamo però, potremmo fare qualcosa per reinnamorarci. Cosa?
Risultati immagini per innamorata
  1. Se siamo stanche dei nostri lavori, proviamo a cercare nuove tecniche o nuove cose che potrebbero appassionarci. Magari abbiamo ricamato tutta la vita e non sapevamo di essere bravissime a disegnare! Cambiare comporta nuovo impegno, nuovo interesse e nuovo entusiasmo. E chissà che le cose non si possano combinare e diventare originali e creative!
  2. E se provassimo un nuovo supporto? Ormai la tecnologia è alla portata di tutti. Siamo stanche di scrivere, fotografare e creare lunghissimi tutorial? Proviamo a fare un video ed a incorporarlo al blog!
  3. Teniamo sempre con noi un blocco notes o un quaderno dove annotare le idee che ci vengono al momento o le cose che abbiamo visto in giro, spesso ci sono spunti interessanti da sviluppare.
  4. Indossiamo un nuovo vestito! Che ve lo dico a fare? Siamo donne, no? Sappiamo benissimo cosa significa un vestito nuovo: tanta felicità. Allora applichiamolo al blog, lavoriamoci su, cambiamo i colori, personalizziamolo e, se non siamo capaci, affidiamoci a qualche amica o brava professionista (magari con prezzi modici).
  5. Cerchiamo di essere social nella vita reale! Ci sono eventi dappertutto: corsi, fiere, mostre, cerchiamo di documentarle e parlarne, mica tutte abbiamo la possibilità di viaggiare, almeno lo possiamo fare attraverso gli occhi e le esperienze degli altri! Il contatto umano è anche questo.
  6. Condividiamo il lavoro degli amici e dei colleghi, diamo loro spazio, magari non hanno un mezzo per pubblicare le loro foto e a noi fa piacere ospitarli, no?
  7. Concentriamoci un po' di più sui nostri punti di forza. Mica si può essere bravi a fare tutto! Allora, se siamo delle fantastiche fotografe puntiamo sulle immagini e sulle semplici didascalie; se siamo brave a scrivere ma pessime nei video puntiamo a dei testi ben fatti, molto curati ed eleganti, e così via. É come quando indossiamo un vestito che strategicamente ci nasconde i difetti: non ci rende più felici?
  8. Parliamo di noi, dei nostri valori e cerchiamo di essere oneste e vere, solo così potremmo riconoscerci pienamente in ciò che facciamo e vi assicuro che la gente lo percepisce ed è portata ad amare le persone e i luoghi così genuini.
  9. Divertiamoci!! Giochiamo con i materiali, con le idee, sperimentiamo, prendiamoci in giro per i fallimenti, tutto ci aiuterà a migliorare e a rendere la nostra vita piena di significato.
Allora, vedete! Possiamo reinnamorarci del nostro blog e, a ben guardare, ecco... la realtà è che anche con questa piccola cosa possiamo amare un po' di più noi stesse.

SAL in partenza

Sempre crocette? Volete provare qualche punto nuovo? Sul gruppo Facebook di Lakeside Needlecraft è partito un SAL gratuito disegnato da Durene Jones: si chiama Lakeside Needlecraft Speciality Stitches SAL. Per ora abbiamo potuto vedere solo il bordo, si tratta di un mistery SAL, quindi non so dirvi il tema, ed è composto da punti tradizionali ma semplici, corredati da spiegazioni molto chiare. Se volete partecipare dovete iscrivervi al gruppo.

Se invece amate Halloween e il punto croce, vi segnalo che The Little Stitcher ha annunciato il suo Happy Halloween mistery SAL. Durerà un anno, è a pagamento e trovate tutte le info qui.


Rane e cammelli in un blog?

Prosegue il nostro tour verso altri blog. Oggi vi mostro quello di Cathy che io seguo da tempo: la trovo di un'eleganza e raffinatezza uniche. Il suo blog è Grenouilles et Camels.

Commenti

  1. Ciao Irene, la streghetta mi piace molto anche se preferisco la bimba del ricamo subito dopo. Non riesco a precisare ai sal perché col lavoro riesco solo a dedicare il tempo che resta ai miei lavori e ho deciso di far fuori gli "ufo" prima che finisca quest'anno.
    Tempo fa anche io avevo una pagina fb collegata al blog ma visto e considerato tutto quello che hai scritto ossia che i post sparivo in un secondo l'ho chiusa e resto dell'idea che mi piace seguire i blog e trovare il tempo per scrivere qualche post.

    RispondiElimina
  2. Ciao Irene,
    complimenti per la streghetta è bellissima così come anche il nuovo lavoro che ci hai fatto "sbirciare", delizioso.

    RispondiElimina
  3. Irene your latest finish is just adorable! I love Halloween stitching and your little witch is beautifully made up.

    RispondiElimina
  4. La streghetta è favolosa !
    Il secondo ricamo mi piace e aspetto di vedere cosa diventerà .
    Sai l idea di aver vicino un quaderno per a puntare varie idee per il blog mi piace , peccato che spesso mi viene in mente qualcosa da scrivere quando mi sto per addormentarmi !!

    RispondiElimina
  5. Krásna bosorka, aj ja mám rada Halloween :-)
    Pekný deň,
    A.

    RispondiElimina
  6. Troppo simpatica la tua streghetta, e come sempre ottimi suggerimenti!!

    RispondiElimina
  7. Bellissima la streghetta e grazie per i tuoi consigli! A presto, Mariuccia

    RispondiElimina
  8. Your little witch finish is adorable!

    RispondiElimina
  9. Irene che amore la tua streghetta. E si che ho riconosciuto subito la Heaton, proprio tu mi hai iniziato al ricamo di quelle fantastiche fatine!
    Bellissima la bimba che stai ricamando e come al solito, i tuoi consigli sono sempre interessanti e precisi.
    un abbraccio Susanna

    RispondiElimina
  10. Molto divertente la streghetta, la bimba invece è dolcissima€

    RispondiElimina
  11. come sempre bellissimo post! grazie per la ventata di idee ed ottimismo che mi dai con questi post!! ne farò tesoro ;)
    last but not least... la streghetta è carina di suo, ma a me è piaciuto tanto la confezione!!! <3
    per l'altro ricamo... aspetto paziente ;)
    :*

    RispondiElimina
  12. Ciao, la tua streghetta è davvero molto bella, alla faccia di Halloween!!!
    Le riviste oramai sono una ripetizione, non ho più trovato nulla da ricamare da anni su Susanna che prendevo avidamente ogni mese fino ad una decina di anni.

    Per ciò che riguarda il blog: io resto fedele al mio e a quelle delle persone che mi seguono. I social sono troppo dispersivi, non trovi una foto o un articolo.
    Pertanto non mollare questo tuo angolino!!!
    Barbara

    RispondiElimina
  13. Ma che amore la bimba che stai ricamando! Non vedo l'ora di vedere il risultato finale. Anche la streghetta mi piace molto, è proprio simpatica e il modo in cui l'hai confezionata è fantastico! Grazie dei consigli e delle notizie, utilissimi come sempre.

    RispondiElimina
  14. La streghetta è simpaticissima! E anch'io, come te, preferisco di gran lunga il blog ai social.
    Ciao ciao!
    Rosa

    RispondiElimina
  15. Cara Ire quanto hai ragione su tutto.... la rivista è caduta giù in basso...sia questa di Halloween sia quella del Natale.. un vero peccato e non dico nient'altro!!
    Per i consigli del blog... ti devo ringraziare perché mi hai dato delle risposte a domande e dubbi che mi ronzano da tempo in testa...grazie davvero...
    Un abbraccio
    Ps la streghina è deliziosa....

    RispondiElimina
  16. Condivido non il tuo amore per il blog è la tua diffidenza per un social. Il mio blog ha appena compiuto 10 anni e di cose ne sono cambiate, ho anche fatto un blog Candy che andavano tanto di moda in passato ma che ora vengono rispettati. Cosa dire? Viviamo ogni giorno che passa con un occhio verso il futuro è uno verso il passato ma ricordiamoci di camminare nel presente e se amiamo il nostro diario continuiamo a tenerlo anche se il mondo viaggia oltre...

    RispondiElimina
  17. Carissima irene, anche io preferisco di gran lunga il mio blogghino e non lo lascerei mai, rispecchia me stessa e quello che sono. Complimenti per la tua bella streghetta e ....viva i blog.

    RispondiElimina
  18. Oh yes, one can easily see that the designer of this little witch is Lucie Heaton. Very sweet stitching and finishing.
    Great tips again about blogging. I still love blogging very much, it's so wonderful to be in touch with so many other stitchers in various countries.

    RispondiElimina
  19. Ciao Irene! Ogni volta che vedo i tuoi lavori mi stupisco perchè sono bellissimi, rischio pure di essere noiosa nel ripetertelo! Per il resto: a me i social non piacciono, la mia presenza su FB è durata non più di 3 anni e sono già 4 anni che ci sto alla larga! Uso un pò google più che altro per partecipare alle Community sul punto croce che mi permettono di 'frequentare' ricamine anche d'oltre oceano e vedere sempre lavori ed idee nuove e dove condivido i miei lavori! A presto!

    RispondiElimina
  20. I love the little Lucie Heaton witches, they were one of my favourite designs from the magazine this year.
    I was interested in the words you wrote about blogging too. I enjoy linking up with other bloggers through SALs and Linky Parties and Blog Hops, like my Hallowe'en event!

    RispondiElimina
  21. I love your little witches so cute .
    I still love blogging and all the friends I have made since I started .
    Also miss the friends who have left us maybe one day they will come back to the family of bloggers.

    RispondiElimina
  22. Ciao Irene mi era "sfuggito" questo tuo post. Volevo soprattutto farti i complimenti per quello che dici sui blog e pregarti,con il cuore, di non abbandonare il tuo Ricamire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ilaria! Non preoccuparti, mi piacciono troppo il mio blogghino e le amiche che mi leggono :)

      Elimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Mini Shamrock: tutorial per un portachiavi

Ciao ragazze, oggi, grazie a un free di Faby Reilly, arriva il tutorial per il portachiavi! Parleremo poi di risparmio sui materiali per punto croce, vedremo un paio di altri tutorial per fare un coordinato per ricamatrice a pecorelle e alcuni free per la festa della mamma.

Non sono irlandese e nemmeno una fan della birra ma, quando Faby Reilly ha pubblicato questo free in occasione della Festa di San Patrizio l'ho subito salvato. All'inizio non sapevo bene cosa farne, poi, complici le vostre richieste di tutorial, ho realizzato un portachiavi.
Allora, iniziamo? Potete farlo con qualsiasi tipo di schema, basta che non sia troppo grande. Ricamate il vostro disegno (io l'ho fatto su entrambi i lati, ma voi potete fare due disegni diversi, oppure mettere le iniziali) e realizzate un punto scritto tutto attorno: quadrato, rettangolare, delle dimensioni che volete, basta che le due parti siano perfettamente uguali.


Ora ritagliate l'eccesso di tela lasciandone una parte di …

Letters for Santa

Dopo la festa del primo maggio e qualche giorno di relax a casa, riprendiamo i ricami. Oggi vi mostrerò qualcosa di natalizio con schema free di The Little Stitcher, poi vedremo un manuale di ricamo tradizionale e un paio di tutorial, infine qualcosa di divertente con i VIP che ricamano.

Con questo caldo ci mancava un ornamento natalizio, no? E allora è capitato a fagiolo questo schema free che The Little Stitcher ha pubblicato tempo fa sul suo blog (sotto trovate il link per scaricarlo). In realtà si trattava di uno schema più grande, ma io volevo fare qualcosa di piccolino per sfruttare avanzi di filo e tela. La foto non gli rende giustizia, è venuto davvero elegante e carino.

Anche se... vi confesso che l'ho cucito un po' storto, ma grazie a passamaneria e nastri si è nascosto il tutto. Letters for Santa Dear Santa schema free di The Little Stitcher che potete trovare alla fine di questo post Tela Zweigart Floba superfine 35 count color Platinum
Fili e Filati DMC Mouliné
Imbo…

Un runner pieno di conigli

Ciao ragazze! So che non è Pasqua ma oggi vedremo il runner di conigli Rico Design, la mia recensione del nuovo libro di Francesca Peterlini sulla broderie suisse, il video tutorial di Vonna per la rifinitura di un ornamento, il nuovo SAL di Sara Guermani e poi parleremo di schemi free sponsorizzati!




Era chiaro che avessi preparato questo progetto prima di Pasqua, vero? Tuttavia non l'avevo nemmeno iniziato, tra tutte le cose che dovevo fare, per questo non c'era posto. Ora, di metterlo via per un altro anno proprio non se ne parlava (non l'avrei fatto mai più), così ho preso il coraggio a due mani e l'ho iniziato!


So che vi piacerà tantissimo, perchè io stessa ne sono entusiasta (non pensavo sarebbe venuto così bene), però vi devo dire alcune cose. Innanzi tutto questo libretto Rico Design l'ho comprato l'anno scorso per sbaglio: ne volevo prendere un altro e ho scambiato numero. Quando l'ho ricevuto, ho deciso di tenerlo ma con poca fiducia: non pensavo …