Passa ai contenuti principali

Carnevale e chiacchiere tra WIP

Buon Carnevale! State friggendo frittelle? Date gli ultimi ritocchi al vostro costume? Non preoccupatevi, oggi il post sarà breve perché questa settimana non ho finito nulla. Però faremo una piccola riflessione, vedremo qualche free per San Valentino (anche se è un po' tardi) e una novità di Country Cottage Needleworks.


Care ragazze, tra una frittella, una castagnola e le canzoni del festival di San Remo non sono mica andata avanti tanto con i miei ricami, eh? Ho terminato i gatti di Shannon Wasilieff ma non li ho ancora rifiniti (a dire il vero non ho bene idea di come farli), ho solo scelto la stoffina per il retro.
A proposito di stoffine, ho scoperto (grazie ad un blog di una ricamina inglese) un sito di stoffe molto carine, vendono anche piccoli pezzi, è Always Knitting and Sewing, voi avete mai comprato? Mi piacciono particolarmente le stoffe per Halloween, piene di fantasmini, qui io non le trovo, le fiere non le frequento e nelle mercerie o al mercato sono costretta a comprare a metro (a prezzi elevatissimi). Negli Stati Uniti costano poco, ma sapete, non compro più da Paesi extraeuropei, due volte su tre si ferma in dogana e mi costa il doppio! Se avete consigli sono ben accetti, adoro gli scampoli.

Con calma

Vi ho accennato ad una piccola riflessione, forse è una sciocchezza, ma vediamo. Allora, tutto parte da una delle tante newsletter che mi sono arrivate, dove si pubblicizzava una rivista tra il creativo e il psicologico che si intitola Project Calm Magazine, eccola qui. Ve la segnalo non tanto per acquistarla, quanto per l’originalità: vengono proposti dei piccoli progetti da fare appunto con calma, con tranquillità, rallentando, assaporando, con la mente concentrata e rilassata sul lavoro (mindfulness). Vi dice niente? Da quanti secoli lo stiamo provando? Vi siete accorte di come ci isoliamo dalle brutture del mondo, dallo stress, perfino dalle malattie, quando ricamiamo o lavoriamo all’uncinetto o a maglia? Di come siamo assorte ma con il sorriso, di come siamo contente quando tutto ci viene bene? Possiamo ben dire che hanno scoperto l’acqua calda, tuttavia… mica lo hanno capito ancora tutti, eh? Quante persone ci definiscono vecchie e antiquate? No no cari, siamo di moda, anzi, di modissima!! E dissipare stanchezza e stress su una tela, ritrovando pienamente noi stesse, credo sia di gran lunga migliore che farlo a vanvera sui social, no?

Tra l’altro, qualche giorno fa ho letto su una rivista di un signore malato che doveva affrontare terapie lunghe e operazioni. Per riempire il tempo e non dare spazio a dolore e paura, si è trovato un po’ di hobby, tra cui il punto croce. Schemi semplici e lineari a causa delle sue precarie condizioni, eppure lo hanno aiutato tantissimo: a far passare le ore di attesa, a rilassare la mente, a non pensare alla malattia, a essere più sereno. 

Care ragazze, questa è un’arte gentile che porta bellezza e serenità a noi stesse e, di riflesso, al mondo. È il nostro angolo di calma, è il nostro yoga, aiuta a mantenere il cervello in forma (la schiena un po’ meno), le dita agili, a socializzare, a non essere sole anche se lo siamo. Perciò che nessuno si permetta di giudicarci male se impazziamo per una tela colorata o per uno schema con le pecorelle. Invidiateci. E, se vi va, imitateci, ne guadagnerete in salute.

Ma… c’è un ma: ammettiamolo, un po’ pazzerelle lo siamo sul serio. Un esempio? Ho fatto i salti di gioia quando ho trovato nella cassetta della posta il nuovo libro di Durene Jones (lo potete vedere qui), e come sempre, sfogliandolo, dicevo ad alta voce “Ooooh, questo lo faccio! Oh e questo! Anche questo lo faccio di sicuro! E guarda questo, so già a chi regalarlo!” e così via. Succede anche a voi? Bene. Sennonché, mettendolo sulla libreria, ho visto tutti gli altri libri che ho comprato negli anni, con cui ho fatto lo stesso discorso ma da cui… non ho fatto nulla!! Santo cielo, ma come si fa? Libri meravigliosi che poi restano lì! Pensate che con quello di Natale della Enginger mi ero ripromessa di fare uno schema al mese!! Sì, certo. E vabbé, li terrò per la pensione, và. Comunque il libro di Durene è proprio bello bello bello ed è costato come un singolo schema!

Qualche free?

Oltre a quelli che trovate sulla mia pagina facebook, se volete ricamare qualcosa di gattoso per il mese di marzo, guardate qui. E poi, per San Valentino c'è qualcosa qui, o qui, oppure qui di ricamo tradizionale.

Novità da CCN

Amo molto le serie di schemini di CCN e di LHN, ho fatto il Santa's Village, Frosty Forest, e ho anche tutti i cottage del mese (ancora da fare). Qualche giorno fa è iniziata la serie Farmhouse Christmas di LHN, ma fra poco ci sarà Welcome to the Forest di CCN, potete vedere l’anteprima qui (guardate che musino dolce quel cerbiatto), uscirà a marzo.
Dunque, siccome non voglio più fare quadri e sono piena di cuscini, non farò la raccolta (anche perché tutti insieme sono un po’ costosi), perciò mi sa che prenderò solo gli schemi che mi piacciono (sono tentata anche con Farmhouse Christmas...).

Coming soon...

Allora, visto che gli assemblaggi li riservo al weekend (la sera non vedo bene per tagliare dritta e cucire a macchina), ho messo da parte i gatti e ho iniziato qualcosa per Natale. Natale?? Sìììì, non mi è mica passata la voglia! Volevo usare dei minuscoli avanzini di lino grigio e ho trovato degli schemi perfetti su un vecchio numero di Mains et merveilles, tre piccoli disegni di Fleurs de lin, poco impegnativi ma molto carini, li vedrete presto!



Per oggi è tutto. Oh ragazze, buon Carnevale e buon San Valentino!
xx Irene

Commenti

  1. Grazieeeee!
    un abbraccio e... che meraviglie!!!
    :*

    RispondiElimina
  2. Carissima vulcanica Irene, che gioia lasciarsi coinvolgere dal tuo entusiasmo.
    Grazie, mi fa così bene al cuore leggere i tuoi post, anche quando la testa è immersa in pensieri tutt'altro che "ricamosi" e mi dai sempre tanti spunti che conservo gelosamente.
    Un abbraccio Susanna

    RispondiElimina
  3. Proprio qualche settimana fa in una giornata grigia e piovosa mi trovavo in lavanderia x asciugare i panni e dico ad una ragazza della mia età " preferirei essere a casa al calduccio sul divano con una tazza di tè e ricamare un po'"
    Niente di strano mi pare nessun desidero irrealizzabile giusto?
    Beh blei mi guarda con gli occhi spalancati e mi dice " ma dai !! Sei giovane mica anziana !"
    Non ho risposto se no sarei stata poco educata , ci sono un sacco di cose che fa la gente che a me non piacciono o non sono nella mia ottica e non per questo critico ognuno fa ciò che vuole basta che nn rechi danno al prossimo.

    Io ricamo xche mi piace vorrei sapere anche lavorare la maglia e far uncinetto, mi rilasso mi diverto mi piace vede che quello che vedo su un foglio stampato prendere vita tra le mie mani creato con amore e pazienza tra mille fili colorati.
    Mi piacerebbe avere vicino qualcuno con cui condividere fili e xxx ( qui se solo si sente dire ricamo sei già una da casa di cura !!!) ma purtroppo così non è e per fortuna che c'èe il blog se no sarei sola.
    I tuo gatti Irene sono troppo belli una curiosità come fai a far sì che mentre ricami la tela non si stropiccia? Merito del telaio?
    Grazie per il sito delle stoffe anch'io spesso nelle bancarelle o nei negozi non trovo molto varietà di fantasie , credo che forse in Italia ci sia un gusto troppo tradizionale per certe cose ...o forse mi sbaglio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah non uso mica il telaio per i ricami piccoli, sai? Perchè sto sul divano davanti alla tv e mi impiccia. Cerco di tenere bene la stoffa con le dita, ma quella lì, non essendo di puro lino ma mista, non si stropiccia tanto di suo :)

      Elimina
  4. Ciao Irene sempre bellissimi e pieni di spunti i tuoi post.
    Ho iniziato a ricamare seriamente durante il periodo universitario, mi fu consigliato di rilassarmi con un hobby ed io scelsi il punto croce...
    quindi condivido perfettamente ciò che hai scritto p.s. i tuoi gattini sono bellissimi

    RispondiElimina
  5. Cara Irene, quante belle infos. I tuoi gattini sono splendidi e chissà quando saranno confezionati..... per rispondere alla tua domanda delle stoffine: al momento sono a Kyoto e non ho ancora comprato niente. A parte che di stoffe ne ho per un negozio 😁 sicuro che se vedo qualcosa di bello sarà difficile non comprare. Ho ancora Tokyo da scoprire per cui... intanto ricamo anche qui per, come ben dici tu, rilassarmi tra una visita e l’altra... penso che avrò bisogno di vacanze... 10/15 km al giorno a piedi 😝 ma ne vale la pena ed è mega interessante anche questa cultura. 🤗💕💕

    RispondiElimina
  6. intanto complimenti per i tuoi gattini, sono bellissimi....per il resto mi trovo d'accordo con tutto quello che dici...ricamare mi aiuta a rilassare, faccio diverse attività sportive, ma nulla mi rilassa come il ricamo, mi vuota completamente la mente....per i libri e schemi ne ho a profusione e poi....mi ritrovo a ricamare i free....ma chissà perchè?... per le stoffe, sono fortunata ho un negozio vicino al lavoro che vende anche 10 cm di stoffa e ne ha di bellissime molte tedesche e americane....vende anche on line ma li purtroppo i 10 cm sfumano....grazie per tutte le info che lasci....e buon s. Valentino

    RispondiElimina
  7. Another wonderful post full of lovely stitching things and information.
    Happy Valentines day.

    RispondiElimina
  8. Ciao Irene! I tuoi micini sono molto molto belli!! Bravissima, sono sicura che ne uscirà un capolavoro come sai fare tu!!

    RispondiElimina
  9. Ma quante belle notizie, qui da te si scoprono ogni volta tante cose belle. Complimenti per i tuoi gattini che sono un amore e condivido quello che dici a proposito del mal di schiena, infatti sono appena tornata dalla fisioterapista perchè la mia schiena reclamava un massaggio. D'altronde questo è lo scotto da pagare, ma la nostra passione passa sopra a tutto e ci libera veramente la mente.
    Buon lavoro e a presto con altre belle novità

    RispondiElimina
  10. The kitten stitching is so sweet, Irene! I am stitching the red barn by Little House Needleworks, but, like you, I am not doing the whole series--just the ones I like :)

    Hope you had a lovely Valentine's Day!

    RispondiElimina
  11. Forte la rivista Project Calm Magazine, fà proprio al caso mio

    RispondiElimina
  12. Carissima Irene,i tupi post sono sempre cosi ricercati ,studiati e dettagliati che mi fanno sentire una pulce confronto a te😅

    Quelli della rivista hanno scoperto l acqua calda...penso che qualsiasi hobby crei distensione,se fatto nell ottica dell hobby però....nel momento in cui diventa un lavoro o una gara diventa inevitabilmente un po' stressante...te lo dico perché da model a volte mi trovo con l acqua alla gola...ciao ciao

    RispondiElimina
  13. Cara Ire!!! hai espresso quello che tante volte vorrei spiegare ad alcune coetanee che non comprendono ciò che adoro fare..... come lo faccio e il perché .... ma pace all'anima loro!!!
    Per i libri: ho smesso ...ebbene anche per me va sempre a finire così!! Un peccato davvero...
    Per le news della Ccn e Lhn...a me piacerebbe fare quello della foresta quello della Lhn lo farà la mia mamma...a me piace meno...
    Per le stoffe un bel problema.... hai visto su Tessuti.com?
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  14. Olá Irene, é sempre bom vir aqui ver as novidades... adorei especialmente os gatinhos!
    Bjs

    RispondiElimina
  15. Anch’io come te, quando sfoglio un libro ricamoso dico le stesse cose... persino l’idea del ricamo al mese 😂!

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Come si organizza un SAL

Parliamo ancora di SAL? Sì! Ho ricamato poco causa strascichi influenzali, perciò in questo post proseguiamo il discorso: vedremo come e perchè organizzare un SAL, di quale tipo, quali mezzi utilizzare, come portarlo avanti senza abbandoni, i vantaggi e gli svantaggi. Pronte?

Abbiamo già visto cosa sono i SAL, i vari tipi e come partecipare. Ma se volessimo organizzarne uno noi, cosa dobbiamo fare? Come si organizza un SAL Può capitare che tra i vari SAL che ci sono in giro non ce ne sia uno che ci piaccia particolarmente, oppure abbiamo un lavoro lungo che vogliamo assolutamente fare ma ci spaventa affrontarlo da sole, oppure abbiamo la casa piena di UFO e abbiamo bisogno di sprone per andare avanti. Perchè non organizzare noi un SAL tutto nostro?

Vediamo quali sono i passi da compiere.
1. scegliere il tipo di SAL Vogliamo ricamare in compagnia in casa nostra? Se abbiamo già un gruppo di amiche o pensiamo di averne vicine, possiamo creare un appuntamento settimanale o mensile, nell…

Un pavone a punto croce per asciugamani vanitosi

Buongiorno ragazze, eccoci al nostro appuntamento: finalmente ho ricamato qualcosa! Una coppia di asciugamani color vaniglia con un bel pavone Rico Design. Come vedete sono tornata ai ricamabili perchè ne ho da smaltire! Vedremo poi ancora pavoni ma in versione free e un paio di Mystery SAL per chi li ama.

Ma ci credete? Ho ancora ricamabili nell'armadio, pazzesco: ma quanto compravo? Per gli asciugamani poi, avevo una particolare predilezione, infatti acquistavo anche tanti libretti con schemi. Sappiate che non sono finiti! 😦

Questo schema in particolare me l'ero segnato da fare appena lo avevo visto, mi piaceva tantissimo! É pubblicato sul libretto Rico Design n. 142 Bouquet de couleurs e, come al solito, sono segnati solo i filati Rico Design e dobbiamo fare noi la conversione. Allora, siccome è un po' sballata, vi metto quella che ho scelto io se volete farla come me:
Rico    DMC 001     B5200 270     742 059     3776 052     3328 053     347 140     3839 150     792 …

A Little Love: Lizzie Kate per San Valentino

É la settimana di San Valentino. Non so mai se fare qualcosa o no, e se pubblicarlo, perchè a molti questa "festa" fa male, ricordando loro la solitudine. Tuttavia credo che viverla in un modo più largo, considerando l'amore per se stessi e per i propri cari, non solo per un compagno o una compagna, faccia stare meglio. Allora ho ricamato qualcosa e ve lo faccio vedere.


Lizzie Kate! Perchè è una disegnatrice che mi piace, semplice e veloce, colorata, allegra. Un piccolo ricamo, un piccolo amore per ricordarci di volerci bene.

Ho usato i filati DMC indicati, ho solo modificato gli uccellini e il cuore usando degli sfumati che voglio finire e ho aggiunto le perline e i bottoni. Ne ho fatto un cuscinetto applicando l'aida sopra la tela Adige, un cosa semplice, avevo poca voglia di cucire, ma è venuto carino. Schema di Lizzie Kate A little love Tela Zweigart aida 20 count (80) color light mocha Fili e Filati DMC Mouliné Qualcosa di free da ricamare per San Valentino? Ce …