Passa ai contenuti principali

Cherry Hill

Periodo di ciliegie? E noi le ricamiamo 🍒 grazie a Country Cottage Needleworks! Poi beh, si avvicina l'estate e le notizie languono, ma qualcosa c'è quindi parleremo di supporti per telai, di mandala e ci sarà qualche free.


Uh ragazze non avete idea (e invece so che ce l'avete), mi servirebbero giornate da 58 ora ciascuna! Sarà che non vedo l'ora che si avvicinino le ferie, ma mi si accavallano un milione di cose da fare e la mia parte creativa langue. Sono riuscita a finire Cherry Hill, l'ho incorniciato e messo subito al suo posto sulla scrivania dell'ufficio. Trovo questi schemi bucolici semplici molto carini, ancora di più con gli sfumati che creano movimento.
Forse ho scelto un verde prato troppo scuro, non si vedono bene le pecorelle, ma pazienza, di disfare proprio non ne avevo voglia!

Schema Cherry Hill di Country Cottage Needleworks
Tela Zweigart Floba superfine color bianco antico

Supporti per telai

Come vi avevo anticipato, l'estate tra noi ricamine si fa sentire: ricamiamo e scriviamo meno. Quindi non ho trovato molte cose interessanti; spesso, poi, si ripetono. Tuttavia non è detto che abbiate letto i post passati, quindi magari ripetere giova! Allora vi segnalo un post di Mary Corbet tutto dedicato ai supporti per telai (poi vi dico la mia esperienza).
Di supporti ce ne sono di vari tipi: da pavimento, da tavolo, con un morsetto che si fissa al tavolo, i banchi e i cavalletti. Mary in questo post si concentra su quelli da pavimento e ne fa una carrellata (cita marche che qui in Italia non si trovano, ma è bene darci un'occhiata). Naturalmente la prima cosa che salta all'occhio è che costano, quindi bisogna valutare se vale la spesa (ci serve proprio?) e, se sì, bisogna sceglierlo bene. Occorre quindi controllare:
  1. che abbia un'estensione ed una regolabilità sufficiente a raggiungerci se siamo sedute su una sedia o sul divano
  2. che abbia un ottimo equilibrio, che riesca cioè a stare bene in piedi nonostante il peso del telaio (non date per scontato questa opzione, se siete abituate a fare ricami molto grandi evitate quelli con la semplice morsa)
  3. che le varie parti siano facilmente regolabili tra loro, che scorrano bene e che si muovano come devono.
Ora vi dico la mia: per un periodo ho lavorato su telaio, sia per la dimensione dei ricami (all'epoca facevo quadri e cuscini), sia perchè avevo la mano un po' "stretta", tendevo cioè a tirare troppo il filo, quindi avevo bisogno che la tela fosse ben tesa. Tenere in mano un telaio, grande o piccolo che sia, pesa e affatica, allora mi sono decisa a prendere un supporto. Mi sono fermata ad uno? No, ovvio, ne ho presi due diversi. E ora dove sono? In fondo all'armadio della soffitta coperti di polvere 😶.
Perchè?
La ragione principale è che ho smesso di fare ricami grandi e per quelli piccoli non uso più il telaio, ho imparato ad essere più morbida. Ma in realtà c'è anche un altro motivo: forse ho preso quelli sbagliati, perchè li ho trovati scomodi e per niente funzionali. Ora mi dispiace fare cattiva pubblicità, so che molte ricamine li usano da anni e si trovano benissimo, soprattutto per preservare mani e spalle, ma io non mi sono trovata per niente bene.
Il primo che ho comprato è il Sonata, questo qui


ne avevo fatto anche una recensione entusiasta perchè i primi giorni mi ci trovavo davvero bene. Praticamente mettevo il piede d'appoggio sotto la gamba e ricamavo sul divano. Ovviamente la morsa tiene telai piccoli, che non pensiate di fare un arazzo, le viti cedono. E proprio questo è il suo limite.
Allora, piena di speranze, ho comprato l'Opus, questo qui


compreso di tutti gli accessori possibili. Mentre il Sonata l'ho usato per qualche mese, questo l'ho usato per mezz'ora. Poi l'ho accantonato. Gli ho dato qualche altra possibilità a più riprese, ma dopo due secondi veniva rimesso via. Non so, sarò stata io che non riuscivo, ma la morsa non teneva su nemmeno un qsnap leggerissimo. Dovevo avvitare le viti al massimissimo, e niente, veniva giù. Infrante tutte le mie speranze di stare comoda sul divano.
Dopo questo ho smesso di acquistarli, anche se ci lascio gli occhi ogni volta che vedo la foto di una ricamina con un meraviglioso supporto per telaio superaccessoriato. Ma in fondo, faccio cose così piccoline che posso tenerle agevolmente in mano.
Se posso darvi un consiglio, prima di acquistare cercate di provare e non basatevi solo sulle recensioni che ci sono sulle pagine dei negozi online, andate a fondo, chiedete alle ricamine professioniste, è meglio fare una buona spesa una volta sola che comprare male tre o quattro volte.
E ragazze, non smetterò mai di dirvelo, se avete un marito bravo nel bricolage, fateglielo costruire su misura, lui si divertirà, e voi sarete felici!

Non solo ricamo: la bellezza dei mandala

Usciamo per un attimo dal seminato perchè noi ricamine non abbiamo solo la passione del punto croce, ci piace tutto ciò che è creativo, ancora di più se, oltre ad essere bello, ci rilassa e ci fa bene. Per questo vi segnalo questo post di Francesca che, oltre a spiegare la storia e la funzione dei mandala, ce ne regala ben 4 da colorare!
Volete fare qualcosa di più? Se siete brave con il punto pittura li potete anche ricamare! Buon divertimento.

Sì, ma i free?

Ne trovate tantissimi condivisi sulla mia pagina facebook. Poi c'è il gattino di luglio per chi sta ricamando la serie: questo mese si sposa! Infine, sempre in tema di ciliegie, queste bellissime di Luli.

Coming soon...

Qual è il simbolo dell'estate? Ma l'anguria, certo! 🍉 Come vi avevo anticipato sto cercando di ricamarla in broderie suisse, ecco a che punto sono.



Per oggi è tutto, buon ricamo!
xx Irene

Commenti

  1. grazie degli ottimi consigli che dai ogni volta!
    carinissimo il ricamo!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Irene , che bello il quadretto davvero allegro , oggi inizio a preparare i materiali per le bubbles un lavoro finisce e uno nuovo inizia e sono proprio due cose diverse !!!

    Mi piacciono le tue fette di cocomero diventerà una tovaglietta?
    ultimamente la stagione estiva non mi piace molto non per il caldo che amo ma è come se tutto fosse in pausa blog compresi preferisco l'autunno e l'inverno
    a presto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, un runner, ma l'ho iniziato senza calcolare le dimensioni hahaha!! Non ne avevo voglia, mi credi? Così dovrò improvvisare, cosa che una brava ricamina non dovrebbe mai fare!!

      Elimina
    2. Verrà sicuramente bene , e poi capita di non aver voglia di stare a prendere le misure 😋.
      Per le bubble quanti fili hai utilizzato 2 -3?

      Elimina
    3. ho usato due fili e poi ci ho aggiunto un filino metallizzato, ma due fili bastano, secondo me, si copre bene

      Elimina
    4. Ho fatto le prove tra 2 e 3 fili e come te ho preferito 2 fili , difficilmente lavoro a 3 fili ,con 3 veniva ttotro pieno secondo me 😊 grazie per i consigli buona giornata e buone xxx

      Elimina
  3. Sehr schön die Stickerei und der Rahmen passt super dazu.
    Das Mandala ist wunderschön.
    Liebe Grüße Manuela

    RispondiElimina
  4. With us, the cherries are almost over, most of them have been harvested, only a few hang on the neighbor's tree.
    A perfect frame for the beautiful motif.
    Yes, I also like melons, not to think away in the summer. I'm looking forward to your progress.
    Greetings, Martina

    RispondiElimina
  5. bellissimo il cherry hill!! grazie per i tuoi consigli|
    <3

    RispondiElimina
  6. Your finished cherries are perfect for summer, Irene--and the frame you found looks wonderful :)

    RispondiElimina
  7. Ciao Irene, inizio col dirti che anche io avevo l'opus e sono riuscita a rivenderlo, adesso utilizzo solo telai con la plancia e mi trovo benissimo.
    Il ricamo in broderie suisse è molto carino, ma lo cherry hill è il mio preferito.

    RispondiElimina
  8. Molto bello il tuo quadretto con la cornice rossa! L’ho finito anch’io e non so ancora se Rossano verde .... Ho un telaio ma non lo uso quasi mai, non so faccio più in fretta senza. Buona domenica

    RispondiElimina
  9. Ciao Irene, grazie mille per avermi citata in questo tuo post!
    Mi fa davvero molto piacere se i miei modelli di mandala possano esservi d'ispirazione anche per i vostri lavori di ricami!
    Se ne ricamerete o ne colorerete qualcuno, sarò felicissima di riceverli tramite l'email che ho inserito infondo al post che Irene ha gentilmente linkato!
    Comunque ottimo post, colmo di informazioni utilissime per chi ama la creatività!

    A presto!

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Come si organizza un SAL

Parliamo ancora di SAL? Sì! Ho ricamato poco causa strascichi influenzali, perciò in questo post proseguiamo il discorso: vedremo come e perchè organizzare un SAL, di quale tipo, quali mezzi utilizzare, come portarlo avanti senza abbandoni, i vantaggi e gli svantaggi. Pronte?

Abbiamo già visto cosa sono i SAL, i vari tipi e come partecipare. Ma se volessimo organizzarne uno noi, cosa dobbiamo fare? Come si organizza un SAL Può capitare che tra i vari SAL che ci sono in giro non ce ne sia uno che ci piaccia particolarmente, oppure abbiamo un lavoro lungo che vogliamo assolutamente fare ma ci spaventa affrontarlo da sole, oppure abbiamo la casa piena di UFO e abbiamo bisogno di sprone per andare avanti. Perchè non organizzare noi un SAL tutto nostro?

Vediamo quali sono i passi da compiere.
1. scegliere il tipo di SAL Vogliamo ricamare in compagnia in casa nostra? Se abbiamo già un gruppo di amiche o pensiamo di averne vicine, possiamo creare un appuntamento settimanale o mensile, nell…

Un pavone a punto croce per asciugamani vanitosi

Buongiorno ragazze, eccoci al nostro appuntamento: finalmente ho ricamato qualcosa! Una coppia di asciugamani color vaniglia con un bel pavone Rico Design. Come vedete sono tornata ai ricamabili perchè ne ho da smaltire! Vedremo poi ancora pavoni ma in versione free e un paio di Mystery SAL per chi li ama.

Ma ci credete? Ho ancora ricamabili nell'armadio, pazzesco: ma quanto compravo? Per gli asciugamani poi, avevo una particolare predilezione, infatti acquistavo anche tanti libretti con schemi. Sappiate che non sono finiti! 😦

Questo schema in particolare me l'ero segnato da fare appena lo avevo visto, mi piaceva tantissimo! É pubblicato sul libretto Rico Design n. 142 Bouquet de couleurs e, come al solito, sono segnati solo i filati Rico Design e dobbiamo fare noi la conversione. Allora, siccome è un po' sballata, vi metto quella che ho scelto io se volete farla come me:
Rico    DMC 001     B5200 270     742 059     3776 052     3328 053     347 140     3839 150     792 …

A Little Love: Lizzie Kate per San Valentino

É la settimana di San Valentino. Non so mai se fare qualcosa o no, e se pubblicarlo, perchè a molti questa "festa" fa male, ricordando loro la solitudine. Tuttavia credo che viverla in un modo più largo, considerando l'amore per se stessi e per i propri cari, non solo per un compagno o una compagna, faccia stare meglio. Allora ho ricamato qualcosa e ve lo faccio vedere.


Lizzie Kate! Perchè è una disegnatrice che mi piace, semplice e veloce, colorata, allegra. Un piccolo ricamo, un piccolo amore per ricordarci di volerci bene.

Ho usato i filati DMC indicati, ho solo modificato gli uccellini e il cuore usando degli sfumati che voglio finire e ho aggiunto le perline e i bottoni. Ne ho fatto un cuscinetto applicando l'aida sopra la tela Adige, un cosa semplice, avevo poca voglia di cucire, ma è venuto carino. Schema di Lizzie Kate A little love Tela Zweigart aida 20 count (80) color light mocha Fili e Filati DMC Mouliné Qualcosa di free da ricamare per San Valentino? Ce …