Passa ai contenuti principali

Creature marine a punto croce, ricamo e vacanze!

Amiche di ago, oggi un post tutto vacanziero! Vi mostrerò la mia ghirlanda da spiaggia con le creaturine marine di Durene Jones! Poi parleremo, appunto, di vacanze e ricamo: cosa mettere in valigia? Infine qualche free e un concorso non possono mancare!


Ho sempre amato di più la montagna ma quest'anno sono in loop con il mare e si vede! Poi gli schemi di Durene Jones sono così simpatici e allegri che non si può fare a meno di farli (sono anche semplici e veloci).

Ho usato dei piccoli scampoli di aida azzurra che avevo avanzato e fili delle mie scorte, ho incollato un cartoncino sul retro in modo da creare dei piccoli quadrati (all'inizio pensavo di farne dei cuscinetti ma pesavano troppo). Poi li ho cuciti sui rami che sporgono dalla ghirlanda.


In questo modo se mi stanco li posso scucire e farne degli ornamenti.
Ecco pronta la mia ghirlanda marina da appendere!

Schema di Durene Jones pubblicato su Cross Stitch Crazy n. 240 2018
Tela aida 64 (16 aount) Zweigart color azzurro
Fili e Filati DMC Mouliné

Ricamo e vacanze: uno splendido binomio

I mesi estivi vogliono dire una sola cosa: vacanze! So che molte di voi le hanno già fatte, o le stanno facendo adesso, oppure le faranno a breve, quindi parliamo di vacanze e ricamo perché, prima di partire, quando prepariamo la valigia, sorgono sempre queste domande:
  1. porto o no i ricami in vacanza?
  2. che cosa porto?
  3. come li porto?
Proviamo a rispondere

Prima domanda: porto o no i ricami in vacanza?
dipende ovviamente da che tipo di vacanza andiamo a fare:
  • mare:, portiamoli, è vero che con il caldo e la sabbia forse non faremo molto, ma… e se un giorno piove e siamo costrette a restare in albergo? Oppure se la sera non abbiamo voglia di uscire e vogliamo andare avanti a crocettare mezz’oretta? Consiglio: ricami piccoli, evitiamo tovaglie o cose ingombranti da tenere sulle ginocchia, ci potrebbero rovinare l’abbronzatura! Senza contare che se mettiamo la crema solare possiamo macchiare il tessuto.
  • montagna: assolutamente sì! Primo perché con il fresco siamo invogliate a ricamare di più, secondo perché vedremo un sacco di bei lavoretti nei negozi e ci verrà voglia di farli, terzo perché in montagna almeno un pomeriggio piove sempre, o fa freddo, quindi ci sta. Consiglio: qualche ricamo piccolo ma, se siamo poco dinamiche e non facciamo tremila escursioni, io porterei anche un lavoro grande, in fondo è bello restare sul prato fra boschi e mucche, o trascorrere una mattinata nella terrazza di un rifugio a ricamare!
  • città d’arte e viaggi organizzati: sì e no. Dipende: se state facendo un tour organizzato di solito i tempi sono ristretti, avete libertà solo per fare shopping o la sera in albergo, quindi vi consiglio di portare qualcosa di leggero e piccolo, senza tanta attrezzatura, giusto per ammazzare il tempo se ne avete, ma non preoccupatevi se resta in borsa senza essere toccato, godetevi la vacanza!
Seconda domanda: cosa portare in vacanza?

In parte l’ho anticipato sopra: sicuramente uno o due o più ricami piccoli e poco ingombranti, scegliete magari qualche ufo da finire e portate qualcosa di impegnativo e grande solamente se siete sicure di avere tempo e voglia di ricamare. Portate i SAL che avete in corso se dovete rispettare delle tappe. Se andate in posti in cui non ci sono mercerie, abbiate cura di portare filo e aghi in abbondanza, potreste finirli o perderli e poi come fate?

Controllate due volte di avere tutti i colori, le tele della dimensione giusta, un portaaghi completo, le forbicine. Attenzione se dovete fare viaggi in aereo: evitate le forbicine o le taglierine e, se dovete portare il telaio, smontatelo per occupare meno spazio.

Terza domanda: come portare e conservare i ricami in vacanza?

  • schemi: fate fotocopie a colori di alta qualità, anche più di una copia (una potrebbe volarvi via o finire in acqua), lasciate a casa gli originali per carità! Conservateli in buste di nylon chiuse e, se potete e non dovete viaggiare in aereo, una lavagnetta magnetica per tenerli fermi mentre ricamate non sarebbe male, ma vanno bene anche sassi o conchiglie trovate in spiaggia da appoggiare sopra.
  • tele: anche queste conservatele in buste di nylon arrotolandole a rovescio, in modo da non fargli prendere antiestetiche pieghe, non lasciatele mai appoggiate al sole che si scoloriscono. Lavatevi sempre le mani prima di iniziare il lavoro e, se non avete acqua e sapone a portata di mano (ricordatevi che le ricamine professioniste non usano sapone liquido perché contiene tensioattivi che seccano le mani, ma sapone solido, delicato e neutro, meglio ancora se naturale), usate le salviettine umidificate facendo attenzione ad avere le mani bene asciutte. Se usate il telaio abbiate cura di levare la tela dallo stesso ogni volta che riponete il ricamo.
  • filati: conservateli in apposite bustine, avvolti nelle matassine, nelle farfalline, nei portafilati, tutti in ordine evitando di aggrovigliarli. Tirate fuori solo quelli che vi servono e teneteli all’ombra, meglio se li rimettete subito nelle bustine appena avete preso la gugliata, evitiamo di riempirli di sabbia o di farli scolorire al sole. Portatene via in quantità, meglio qualcuno in più che in meno.
  • accessori: forbici, aghi, puntaspilli, tutto in una bustina, magari fatta da voi. Come detto prima, attenzione ai viaggi in aereo, le forbici non sono permesse.
  • un notes o un quadernino: anche se non ricamerete, vi verranno un miliardo di idee, o vi verrà in mente cosa fare al vostro ritorno, quindi appuntatelo! Se non amate scrivere a mano, usate pure il telefono.
Se volete suscitare l’invidia delle vostre vicine d’ombrellone, portatevi la borsa portalavoro personalizzata e siate sempre glamour! Non fatevi dire (come succede spesso) che chi ricama è vecchia e babbiona, no eh? Ricamine moderne e glamour.


Ecco care amiche, conoscendovi io mi sento di consigliarvi di portarvi sempre qualcosa da fare, senza esagerare, con ordine e criterio, perché non riusciamo a stare con le mani in mano neanche nel posto più bello del mondo. Mi piace moltissimo vedervi tornare dalle ferie con qualche lavoretto terminato, perché porterà in sé il ricordo di quei giorni. Tuttavia, non sentitevi in colpa se non riuscite o se non avete voglia di fare niente, prendersi una pausa è ottimo e fare esperienze è la cosa più importante! Tornerete fresche, riposate e con tanta voglia di fare.
Non dimenticate di guardarvi intorno, di frequentare negozietti e piccole mercerie, potreste avere delle belle sorprese! É sempre bene, poi, sostenere il piccolo commercio locale. Ricordate di raccogliere conchiglie, legnetti, pigne, rametti per i vostri ornamenti. E non trascurate i vostri blog se li avete, o i vostri social, cosa c’è di più bello di una foto dell’ombrellone con il vostro ricamino sotto?

Se avete voglia di leggere un articolo in tema, l'Ansa ha pubblicato qualcosa qui.
Buone vacanze ricamose!

Qualche free e un concorso

Se avete voglia di ricamare, o se volete mettere via qualche schema per l'inverno, la bravissima Laura di The Little Stitcher ha pubblicato sul suo blog qualche free: qui  e qui.
Non mancate di dare un'occhiata alla mia pagina facebook, trovate tanti free condivisi anche lì.

Ora parliamo di un concorso: la Delegazione Bustese del punto croce ha lanciato il concorso "Infila una storia". Si tratta di ricamare un sampler che rappresenti un evento della storia di Busto Arsizio. Vi pubblico la locandina e vi metto il link alla Bottega artigiana promotrice.


Coming soon...

Ragazze, cambio di programma!! Ricordate che volevo fare un runner invernale? Ecco, niente. La mia nipotina mi ha chiesto un cuscino con un coniglio per il compleanno e... come si fa a dirle di no? Non si può assolutamente! Così sono andata alla ricerca di uno schema, l'ha scelto mia mamma quindi sicuramente le piacerà, adora la sua nonna. Anche per questo ho scelto tutti materiali dalle mie scorte, utilizzando un tessuto particolare che avevo acquistato anni fa e mai usato, la Trento 28 count, un tessuto misto cotone e modal color crema, vi saprò dire come mi trovo. Intanto ecco qui il mio WIP già iniziato!


Per oggi è tutto, buon ricamo!
xx Irene

Commenti

  1. 😍😍😍😍 adoro la tua ghirlanda bellissima , i pesciolini so o simpaticissimi 😁😁😁,le mie vacanze sono state totale relax neanche una ma ho ripreso al mio rientro .
    Interessante il concorso tu pensi di partecipare?
    A me piacerebbe ma devo finire il progetto natalizio (vorrei farle tutte4) e dopo ho altri progetti che vorrei non rimandare .
    Bello il ricamo che hai scelto per la tua nipotina sarà davvero molto felice quando lo avrai finito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso di no, non so niente di Busto Arsizio haha! E poi non mi piacciono i sampler :) Grazie!

      Elimina
    2. Pensavo che con l'iscrizione venisse anche fornito lo schema da ricamare ...
      Buona giornata e buone xxx 😊

      Elimina
  2. Non avevo mai pensato ad una ghirlanda a tema marino e la tua è davvero particolare.
    In vacanza ci sono appena stata: ho portato uno schema di Madame Chantilly iniziato a marzo....ho messo solo due xx!!! Al mare mi sono riposata e rilassata ed è stata la prima volta che è successo!!!
    Buona giornata
    Barbara

    RispondiElimina
  3. Ciao Ire!! Le creature marine sono davvero adorabili!! Bello anche lo schema del coniglio! Per le vacanze, si, mi porterò anche io il ricamo anche perché avremo tanto tempo di viaggio e già sono abituata...a presto!!

    RispondiElimina
  4. Die Girlande mit den Meeresmotiven ist wunderschön.
    Viel Spaß beim Sticken des Hasens.
    Liebe Grüße Manuela

    RispondiElimina
  5. La tua ghirlanda estiva mi piace veramente tantissimo e non vedo l'ora di venere il cuscino con il coniglio.

    RispondiElimina
  6. Bellissima la tua ghirlanda, hai ragione non si può dire di no ad una nipotina.
    Grazie per tutte le informazioni utilissime

    RispondiElimina
  7. A marine summer wreath, that's a really cool idea. And that rabbit will make a wonderful pillow for your granddaughter.

    RispondiElimina
  8. Congrats on your fun wreath :)
    Looking forward to admiring your little bunny.

    RispondiElimina
  9. What a fun wreath, Irene!! It is perfect for summer. And I love the little bunny you will be stitching for your granddaughter--she will love it :)

    RispondiElimina
  10. I always like to bring three small projects when I travel, just in case I have time. Many trips I stitch at the airport and on the plane. No scissors, so I travel with a tiny Clover cutter.

    RispondiElimina
  11. Grazie per le informazioni che puntualmente condividi con tutte noi! La tua ghirlanda marina è simpaticissima! Personalmente, ho trascorso qualche giorno al mare ed ho portato solo le navette per il chiacchierino ed un buon libro. A breve andrò in montagna e lì, invece, conto di poter crocettare di più, complice il clima fresco e gradevole del periodo!
    Per il resto, non vedo l'ora di ammirare il cuscino terminato...
    Buon fine settimana!!
    Rita

    RispondiElimina
  12. Bella la ghirlanda estiva finita :)

    RispondiElimina
  13. La tela Aida mi servirebbe azzurra il ricamo che ho visto è su tela colore azzurro potrei farlo su Aida bianca ma non abrebba lo systes efetto se poi faccio il lavoro per un lenzuolo da lettino so chi mi serve un bel pezzo di Aida ...e il ricamo e molto alto e spesso quelli con il bordo di Aida non sono molto alti 😞😞😞 mi rendo conto che i ricamabili non sempre sono adatti ai ricami che poi si trovano i giornali

    RispondiElimina
  14. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  15. Era una cosa che volevo chiederti ...se poi rimane rigida non va per niente bene e comprare il lino non saprei cerco qui in qualche negozio di stoffe se per caso avessero Aida azzurra (ne dubito ) anni fa ne avevo comprato bianca ed era morbida e se non trovo cambio idea per il progetto , per quella zweigart farò Delle prove con quella che ho in casa x vedere se dopo i lavaggi diventa morbida

    RispondiElimina
  16. Wonderful Summer wreath just right for our sunny weather .
    Always love your Posts thank you.

    RispondiElimina
  17. Such a lovely summer wreath Irene. And I look forward to seeing your bunny. RJ@stitchingfriendsforever

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

La grande histoire de Noël n. 2: parte prima

Ragazze, cominciamo ufficialmente il Natale! Il freddo è arrivato, i maglioni escono dall'armadio, le renne non ne vogliono sapere di mettere il muso fuori, ma noi dobbiamo essere pronte! Come? Io con Les Brodeuses Parisiennes e La grande histoire de Noël n. 2. Voi? Poi parliamo di aghi, di influencer e di tessuti.

Ornamenti a tutto spiano! Perchè sono sempre graditi, sono belli e fatti con tanto amore. E non sono impegnativi. Les Brodeuses Parisiennes hanno disegnato varie versioni della Grande histoire de Noël: c'è la prima, c'è la terza vintage e, appunto, quella che ho io, la seconda, la più bella, secondo me, tutta sui toni del rosso. Offre un miliardo di spunti, e sono tutti così eleganti e semplici da fare, con pochissimi cambi di colore! Ovvio che lo schema era nel cassetto da qualche anno, vero? Già, mi conoscete. Con tutto quello che è costato! Quando l'ho tirato fuori e ho preparato i materiali pensavo di fare solo una o due cose, ma poi mi ha preso la mano, …

La grande histoire de Noël n. 2: parte seconda

Amiche americane avete mangiato il tacchino? E noi? Abbiamo finito di spendere con il Black Friday? Possiamo tornare ai ricami di Natale? Io continuo con quelli de Les Brodeuses Parisiennes e La grande histoire de Noël n. 2. Poi proseguiamo il discorso sulle matassine mouliné DMC e i loro numeri.

E niente, mi sono innamorata di questo stile, un po' nordico un po' parigino, così delicato ed elegante. Come vedete li rifinisco un po' con lo stesso stile, mi piacciono così, i prossimi li farò diversi, vedrete.
La grande histoire del Noël n. 2, schema di Les Brodeuses Parisiennes Tela Zweigart Floba superfine 35 count (uso gli avanzi quindi sono di colore diverso) Fili e Filati DMC Mouliné Ancora sui puntini delle matassine di mouliné DMC Ricordate che tempo fa abbiamo parlato dei numeri delle matassine che sono cambiati o non ci sono più? Avevo accennato anche al puntino che compare sull'etichetta di quelle matassine la cui formula di tinta è stata cambiata.
Riprendo il disc…

Halloween Fob

So che Halloween è passato e noi ricamine dovremmo già essere nell'umore natalizio, ma giuro che è l'ultima zucca che faccio per quest'anno, va bene? É di The Sweetheart Tree. Poi vedremo perchè a volte la DMC fa sparire o sostituisce alcune matassine di moulinè.

Chiedo come al solito venia per le orride foto ma mi riduco a farle nel weekend (durante la settimana arrivo a casa tardi dal lavoro) e piove sempre! Pazzesco. Comunque, questo schema giace nel cassetto da... uhm... da .... ehm... da diciamo troppo tempo 😶. Così un giorno ho detto: adesso lo faccio! Sì sì lo faccio, e non importa se vedo un milione di free bellissimi, adesso faccio questo 👍.
Da quando l'ho detto sarà passato un anno ed è rimasto nel cestino dei lavori con tutti i filati pronti 👎.
Ma ora l'ho fatto 👌.

Riconoscerete lo stile e la forma tipica di The Sweetheart Tree. Non ne ho fatto un trovaforbici come loro, perchè ho scelto di ricamarlo su aida per cucirlo meglio ed è venuto un po'…