Passa ai contenuti principali

Ultima tappa del SAL e un po' di broderie suisse

Incredibile, dopo ben un anno ho terminato il SAL Sorpresa 3 di Sara! Solo una piccola anteprima perchè voglio farvelo vedere confezionato, andrà a fare compagnia al secondo.


E poi uno dei soliti sacchettini veloci veloci in broderie suisse da regalare. Questa volta ho pensato di farlo con l'iniziale della mia amica e come modello ho usato il libro di Maria Concetta Ronchetti Broderie suisse alfabeti e numeri. Essendo una M minuscola forse non si capisce molto, maiuscola però non ci stava (quelle maiuscole sono meravigliose, non vedo l'ora di ricamarle). Ho scelto di fare un contrasto bianco/rosa di Retors d'Alsace su questo Adige color cioccolato (il mio preferito, penso si sia capito), usando il punto matassa al centro.



A proposito di SAL, ve ne segnalo uno appena partito (fate ancora in tempo ad iscrivervi) che sta venendo davvero bene: il SAL des fenetres di Les chroniques de Frimousse, guardate che bello. Io ho deciso di non partecipare perchè ho ordinato i primi schemi di Frosty forest di Country cottage needleworks, so che sono costosi ma me ne sono innamorata! Vorrei fare anche Santa's village ma per una questione di budget lo prenderò in tempi migliori. Fatemi sapere se state partecipando a qualche bel SAL.
--------------------o---------------------
Per il sacchetto:
Schema tratto dal libro di Maria Concetta Ronchetti Broderie suisse alfabeti e numeri
Tessuto Adige Grigoletto color cioccolato
Filato Retors d'Alsace DMC n. 8 color blanc e rosa 818
Pizzo per rifinire

Commenti

  1. Bello il ricamo invernale, chissà che meraviglia finito... il sacchettino è delizioso, hai ragione si capisce poco che è una M ma la tua amica di certo gradirà!

    RispondiElimina
  2. Ricambiando volentieri la visita, scopro il tuo blog: bellissimo!!!!Ti terrò d'occhio d'ora in poi! Molto, molto brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Amelia, anche il tuo è bellissimo!

      Elimina
  3. Ciao Irene,
    ho letto il tuo commento nel mio penultimo post, la floba si usa a un filo: non vengono delle xxtte molto cicciotte ma sicuramente il ricamo assume una eleganza tutta particolare. I miei macarones sono in fase di proseguo, sono più o meno arrivata a 3/4 del lavoro e spero settimana prossima di terminarli!

    Se posso permettermi ti posso dare un consiglio? Anche io uso il telaietto che tu hai fotografato nel sal sorpresa di Sara (a proposito ne feci uno anche io, quello della ricamatrice non so se lo conosci).. ecco ti volevo dire che il telaio non si usa così, ma esattamente al contrario, ossia il gancetto deve stare sotto per impedire al filo di agganciarsi. Anche io ho il telaietto giallo e non si legge bene ma se vedi da vicino c'è scritto "this side up", ecco è quel lato che devi mettere sopra, l'altro sotto!!! ;-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, proverò con la floba e seguirò il proseguimento dei tuoi bellissimi macarones. Il telaio lo uso così perchè vado meglio, non so dirti il perchè ma ricamo meglio.

      Elimina

Posta un commento