Passa ai contenuti principali

Tele da ricamo: lino e tele a fili contabili 35, 38 e 40 count

Care ricamine, siamo giunte alla fine della mia carrellata sulle tele da ricamo a punto croce che uso di più. Nei giorni scorsi abbiamo parlato dell'aida, delle tele 25 e 28 count, e poi di quelle 32 count. Oggi ne vediamo altre tre.

Le tele 35 count o 14 fili

Abbiamo già imparato che con count, si intende il numero di fili che ci stanno in un pollice (quindi in 2,5 cm). Per sapere a quale tipo di stoffa corrisponde il numero di count, bisogna fare questo calcolo

(numero count x 10) : 25

e otteniamo il numero di fili che ci sono in 1 cm di stoffa. Quindi in una tela 35 count:

(35 x 10) : 25 = 14

ci sono 14 fili in 1 cm. Ciò significa che, se ricamiamo su due fili di trama per due di ordito otteniamo 7 crocette per cm, oppure, se ricamiamo su un filo, 14 crocette per cm. Corrisponde quindi a un'aida 72 (o 18 count). A scelta, se ricamate su due fili di trama per due di ordito, potete usare il mouliné a un capo oppure a due. Dipende da quanto è rada la trama e dal vostro gusto, perciò fate delle prove.

Le due tele che conosco di 35 count sono:
Edinburgh composta da lino 100%
Floba superfine composta dal 70% di viscosa e dal 30% di lino. Come già vi avevo detto, il lino è sempre il top, ma con questa Floba mi trovo bene, la considero un'ottima sostituta se voglio spendere un po' meno: è morbida, facilmente ricamabile e stirabile.

Le tele 38 count o 15 fili

Facciamo il calcolo: in una tela 38 count

(38 x 10) : 25 = 15,2

ci sono circa 15 fili in 1 cm. Ciò significa che, se ricamiamo su due fili di trama per due di ordito otteniamo 7,5 crocette per cm, oppure, se ricamiamo su un filo (ma qui ci vuole la lente o una vista d'aquila!!) 15 crocette per cm. Corrisponde a un'aida 72 (o 18 count). Anche qui a scelta è se ricamare con uno o due capi di moulinè, io consiglio uno.

Vi confesso che su questo tipo di tela non ho mai ricamato semplicemente perchè non l'ho trovata! Però ho visto che la Graziano la produce, si chiama Nuovo Ricamo o Pronto ricamo ed è in puro lino 100%. Molte disegnatrici italiane la usano, perciò deve essere ottima, spero di provarla prima o poi.

Le tele 40 count o 16 fili

Facciamo il calcolo: in una tela 40 count

(40 x 10) : 25 = 16

ci sono 16 fili in 1 cm. Ciò significa che, se ricamiamo su due fili di trama per due di ordito otteniamo 8 crocette per cm, oppure, se ricamiamo su un filo (anche qui ci vuole la lente o una vista d'aquila!!) 16 crocette per cm. Corrisponde a un'aida 80 (o 20 count). Si ricama con un capo di mouliné.
E questa beh, questa è la mia tela preferita in assoluto!! L'ho usata moltissimo per gli schemi molto grandi, per i cuscini, per i quadri, proprio perchè le crocette sono così piccoline da sembrare dipinte. La tela 40 count che uso è la Newcastle in puro lino 100%. Non ne ho trovate in cotone o miste, se le conoscete fatemelo sapere. 

Ecco care ragazze, per ora con i post dedicati alle tele mi fermo qui, ma ogni volta che proverò qualcosa di nuovo cercherò di parlarvene. 
Per chiudere, vi aggiungo questa foto pubblicata su un giornale americano: spiega quali aghi è meglio usare in base alla tela. Penso che sia molto utile! A sinistra indica il numero di ago, al centro l'aida, a destra le tele a fili contabili. Io uso quasi sempre gli aghi 26 e 28.


A margine, vi segnalo che è uscito l'ultimo schema del SAL Joyful World, lo trovate qui. Da una parte sono felice di aver finito questo SAL, dall'altra sono un po' triste perchè ho ricamato con più di 6.000 persone in tutto il mondo e mi sono sentita parte di questa bellissima comunità. Spero ci siano altre occasioni per stare insieme.

Commenti

  1. Grazie Irene, per questo tuo utile contributo. E per avermi fatto conoscere ed apprezzare il SAL Joyful World, davvero molto bello.
    Un abbraccio e buon fine settimana
    Susanna

    RispondiElimina
  2. Anche se ricamo da anni, grazie comunque per questa carrellata di informazioni utili.

    RispondiElimina
  3. Sei bravissima, anche se personalmente no. Ho mai fatto caso a questi particolari😇

    RispondiElimina
  4. Grazie Irene per i consigli prima di comprare nuove tele consultero i tuoi post
    😊

    RispondiElimina
  5. grazie Irene! di cuore! veramente un bel lavoro di ricerca!! soprattutto grazie per la chiarezza e la disponibilità... anche io, finalmente, ne so di più!
    un caro abbraccio
    :*

    RispondiElimina
  6. Bel lavoro di ricerca e sempre molto utile, complimenti per il ricamino di Natale e anche di come lo hai rifinito, ciao M.Grazia

    RispondiElimina
  7. Sucha nice contrubition! Thank you Irene ♥

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Come si organizza un SAL

Parliamo ancora di SAL? Sì! Ho ricamato poco causa strascichi influenzali, perciò in questo post proseguiamo il discorso: vedremo come e perchè organizzare un SAL, di quale tipo, quali mezzi utilizzare, come portarlo avanti senza abbandoni, i vantaggi e gli svantaggi. Pronte?

Abbiamo già visto cosa sono i SAL, i vari tipi e come partecipare. Ma se volessimo organizzarne uno noi, cosa dobbiamo fare? Come si organizza un SAL Può capitare che tra i vari SAL che ci sono in giro non ce ne sia uno che ci piaccia particolarmente, oppure abbiamo un lavoro lungo che vogliamo assolutamente fare ma ci spaventa affrontarlo da sole, oppure abbiamo la casa piena di UFO e abbiamo bisogno di sprone per andare avanti. Perchè non organizzare noi un SAL tutto nostro?

Vediamo quali sono i passi da compiere.
1. scegliere il tipo di SAL Vogliamo ricamare in compagnia in casa nostra? Se abbiamo già un gruppo di amiche o pensiamo di averne vicine, possiamo creare un appuntamento settimanale o mensile, nell…

Un pavone a punto croce per asciugamani vanitosi

Buongiorno ragazze, eccoci al nostro appuntamento: finalmente ho ricamato qualcosa! Una coppia di asciugamani color vaniglia con un bel pavone Rico Design. Come vedete sono tornata ai ricamabili perchè ne ho da smaltire! Vedremo poi ancora pavoni ma in versione free e un paio di Mystery SAL per chi li ama.

Ma ci credete? Ho ancora ricamabili nell'armadio, pazzesco: ma quanto compravo? Per gli asciugamani poi, avevo una particolare predilezione, infatti acquistavo anche tanti libretti con schemi. Sappiate che non sono finiti! 😦

Questo schema in particolare me l'ero segnato da fare appena lo avevo visto, mi piaceva tantissimo! É pubblicato sul libretto Rico Design n. 142 Bouquet de couleurs e, come al solito, sono segnati solo i filati Rico Design e dobbiamo fare noi la conversione. Allora, siccome è un po' sballata, vi metto quella che ho scelto io se volete farla come me:
Rico    DMC 001     B5200 270     742 059     3776 052     3328 053     347 140     3839 150     792 …

A Little Love: Lizzie Kate per San Valentino

É la settimana di San Valentino. Non so mai se fare qualcosa o no, e se pubblicarlo, perchè a molti questa "festa" fa male, ricordando loro la solitudine. Tuttavia credo che viverla in un modo più largo, considerando l'amore per se stessi e per i propri cari, non solo per un compagno o una compagna, faccia stare meglio. Allora ho ricamato qualcosa e ve lo faccio vedere.


Lizzie Kate! Perchè è una disegnatrice che mi piace, semplice e veloce, colorata, allegra. Un piccolo ricamo, un piccolo amore per ricordarci di volerci bene.

Ho usato i filati DMC indicati, ho solo modificato gli uccellini e il cuore usando degli sfumati che voglio finire e ho aggiunto le perline e i bottoni. Ne ho fatto un cuscinetto applicando l'aida sopra la tela Adige, un cosa semplice, avevo poca voglia di cucire, ma è venuto carino. Schema di Lizzie Kate A little love Tela Zweigart aida 20 count (80) color light mocha Fili e Filati DMC Mouliné Qualcosa di free da ricamare per San Valentino? Ce …