Passa ai contenuti principali

Mini Shamrock: tutorial per un portachiavi

Ciao ragazze, oggi, grazie a un free di Faby Reilly, arriva il tutorial per il portachiavi! Parleremo poi di risparmio sui materiali per punto croce, vedremo un paio di altri tutorial per fare un coordinato per ricamatrice a pecorelle e alcuni free per la festa della mamma.


Non sono irlandese e nemmeno una fan della birra ma, quando Faby Reilly ha pubblicato questo free in occasione della Festa di San Patrizio l'ho subito salvato. All'inizio non sapevo bene cosa farne, poi, complici le vostre richieste di tutorial, ho realizzato un portachiavi.
Allora, iniziamo? Potete farlo con qualsiasi tipo di schema, basta che non sia troppo grande. Ricamate il vostro disegno (io l'ho fatto su entrambi i lati, ma voi potete fare due disegni diversi, oppure mettere le iniziali) e realizzate un punto scritto tutto attorno: quadrato, rettangolare, delle dimensioni che volete, basta che le due parti siano perfettamente uguali.


Ora ritagliate l'eccesso di tela lasciandone una parte di margine (io ho usato un'aida molto rigida che non sfila, quindi sono bastati 5 mm, ma se usate una tela morbida attente che non sfili, caso mai fate un zigzag o lasciate più margine). Prendete poi di nuovo la forbice e tagliate i quattro angolini di lato in entrambe le parti, così


Questa operazione vi permette di ripiegare meglio gli angoli quando cucirete. Ci siamo? Ora iniziamo a cucire i lati, partendo dal lato (lasciamo quello in alto dove andrà il nastrino per ultimo). Prendete una gugliata dello stesso filo che avete usato per il punto scritto, uscite sul dritto della tela di una delle due parti e cominciate a fare una serpentina prendendo un punto scritto della parte di destra fissandolo con un punto scritto della sinistra, in questo modo



Io uso il metodo della serpentina perchè il risultato è pulito, ma voi potete fare come volete, prendendo ad esempio i punti scritti delle due parti insieme, fate delle prove e utilizzate il metodo che vi viene meglio.
Facciamo la cucitura su i tre lati, avendo cura di ripiegare bene gli angoli all'interno. Arriviamo a questo punto


Ora prendiamo un po' di ovattina, o lavanda, o quello che volete e riempiamo leggermente la taschina per darle un effetto tridimensionale


Non ci resta che prendere un pezzetto di nastro, fissarlo con uno spillo al centro del lato superiore e procedere con la cucitura, avendo cura di prendere, con il punto scritto, anche il nastro. Io l'ho messo al centro, ma se volete potete anche metterlo di lato.


Eccoci!


É semplicissimo, vero? Se è la prima volta che lo fate vi consiglio l'aida, ma potete usare il tessuto che volete. Se poi diventate brave, quando cucite la serpentina potete aggiungere delle perline.


Spero di essere stata chiara, per tutte le domande sono qua 😏
Mini Shamrock, schema free di Faby Reilly
Tela aida Zweigart 20 count color Light Mocha
Filati DMC Mouliné: 986, 987, 988, 164, 890
Filato DMC Coloris Bruyère 4505
Perline Mill Hill 42010 Ice Silverned

Risparmiare sui materiali per punto croce: si può?

Ho letto questo post di Lord Libidan su come, noi ricamine amatoriali, possiamo fare per risparmiare un po' sui materiali che usiamo. Vi invito a leggerlo (chi non sa l'inglese può usare Google traduttore) perchè c'è una comparazione tra varie marche (vi dico già che alcune qui in Italia non ci sono). Io però vorrei dire due parole: vista la mia lunga esperienza nel ricamo (non perchè sia vecchia 😈 ma perchè ho iniziato prestissimo), ho provato un po' di tutto, usando perfino materiali che originariamente con il ricamo non hanno niente a che fare. E guardate, a parte le botte di fortuna con cose convenienti che si rivelano buonissime (a volte accade), per il 90% delle volte dobbiamo scegliere materiali di ottima qualità se vogliamo un risultato duraturo, soprattutto per quanto riguarda il filo (quelli a buon mercato durante il lavaggio tendono a scolorire) e la tela (ho visto dell'aida che invece di avere quadratini regolari aveva dei casotti mostruosi). E la qualità costa. Ma detto questo, dipende anche cosa vogliamo fare, no? Se vogliamo ricamare una tovaglia per il nostro corredo dovrà essere perfetta, se vogliamo fare un ornamento per l'albero di Natale (che magari non verrà mai lavato e ha una durata limitata), allora possiamo usare materiali meno costosi.
Anche sugli aghi non risparmierei: chi, come me, ha le mani acide sa che deve cambiarli continuamente se non sono buoni. 

Dove invece possiamo essere più attente, secondo me, sono gli schemi e i software per creare schemi. Allora: abbiamo un bel gruzzoletto da parte per la nostra passione? Compriamo schemi, nessun problema. Ma se non possiamo permetterci di spendere 20-30 euro per un singolo schema che ricameremo solo una volta, possiamo scegliere, allo stesso prezzo, di comprare un libro che ne contiene tanti o qualche rivista, oppure di ricorrere ai free che i disegnatori continuamente offrono. Non me ne vogliano i creatori di schemi, so che vivono sul loro lavoro, ma non tutte le ricamine sono figlie di Trump, no? E francamente, piuttosto che ricorrere alla pirateria meglio fare una scelta ed essere serene lo stesso. Sapete che io, che compro schemi quando posso, compro libri e anche alcune riviste, alla fine l'80% di ciò che faccio sono free? Provate a pensare a voi stesse!
Se poi siete davvero brave lo schema potete disegnarlo voi, a mano o con l'aiuto di un software. Ecco, prima di acquistarlo, provate a cercare in rete, ce ne sono di free scaricabili (Lord Libidan ne indica uno). É chiaro che non sono professionali e non offrono le stesse opportunità, ma per iniziare vanno benissimo. Se poi vi scoprite davvero brave potete fare un investimento ed affrontare la spesa.

In conclusione mi sento di darvi dei consigli (provati sulla mia pelle) che valgono un po' per tutto:
  • iscrivetevi ai blog o alle newsletter dei disegnatori, prima o poi arriva un bel free adatto a voi
  • tenete d'occhio i periodi di sconti (black friday, saldi di fine stagione ecc) ma non fatevi prendere la mano, ricordate, poco e bene
  • abbiate sempre ed ovunque un occhio da ricamine, magari è proprio in un mercatino in montagna che trovate uno scampolo di tessuto perfetto, ma compratelo solo se sapete già come usarlo!
  • acquistate oculatamente solo ciò che farete durante l'anno, non andate oltre, perchè poi vi stancate!
  • non fate troppe scorte, le tele ingialliscono, i filati invecchiano, gli schemi passano di moda
  • è vero che 10 metri di tela costano meno di 1, ma poi, che ve ne fate? Se prendete il pezzo giusto per il vostro progetto vi accorgerete poi di risparmiare
ma soprattutto
COMPRATE BENE, COMPRATE MEGLIO!

Tutorial a pecorelle

Vi segnalo un tutorial per fare un puntaspilli in modo semplice e veloce con punto croce, aida e feltro. Tutto sommato in questo modo potrebbero venire benissimo anche gli ornamenti. La cosa curiosa è che è riempito con gusci di noce macinati che si possono trovare nei negozi di accessori per animali, servono come base per i rettilari 🐍. Ma va benissimo l'imbottitura di poliestere, o del riso, della sabbia, o perchè no, fili di scarto.
Se poi siete brave e volete fare il set coordinato con le pecorelle, qui trovate il tutorial per fare un portaaghi.

Abbiamo parlato di free?

Il mese prossimo c'è la festa della mamma, qui c'è qualche free. E poi, certo, la Pasqua è passata, ma che ne dite di questo bel coniglietto? Andate poi sulla mia pagina facebook, ne trovate tanti altri condivisi.

Coming soon...

Sto smaltendo tutti i pacchettini di progetti che avevo preparato tempo fa. Tra questi, un piccolo free di The Little Stitcher che diventerà un ornamento.


Poi si vedrà, avrei ancora un runner pasquale (eh, non ho fatto in tempo) e un quadretto, e... beh, ho qualche idea futura, ma chissà 😛.

Per oggi è tutto, buon ricamo!
xx Irene

Commenti

  1. Grazieeee Irene!! chiarissimo il tutorial per il portachiavi!! ne aspetto poi uno per i cuscinetti ;P !!!
    E grazie dei consigli sono sempre utilissimi e poi.... repetita iuvant!!
    E...... grazie per i free!
    kisses

    RispondiElimina
  2. Solo chi ricama da tanti anni come me, te e molte altre, sa che non si fanno acquisti al mercato per ciò che riguarda la tela aida perché spesso i quadretti sono rettangolari, la trama diventa sbilenca, il cotone non è resistente e via dicendo! Il mouliné a volte al mercato si trova il DMC perché si vende meglio di Profilo che in poche conoscono, i colori sono belli e vivaci!
    Ottimi consigli, non si risparmia sul tanto tempo che occorre per ricamare un qualsiasi schema, grande o piccolo che sia.
    Barbara

    RispondiElimina
  3. Irene grazie per il tutorial del cuscinetto è stato molto chiaro , che brava che cucina tutto a mano pensavo usassi la macchina da cucire !
    Grazie grazie per il tutorial 😊😊😊 bellissimo anche il ricamo mi piacciono le tonalità del verde e poi è un bel porta fortuna
    Utili i consigli per risparmiare ,io ho acquistato dei bottoni su aliexpress e li ho pagati poco e mi sono anche belli l'unico inconveniente e che le cose per arrivare ci mettono un sacco di tempo ,ho trovato anche altre cose economiche (telai di legno) ma non le ho acquistate ,per quanto riguarda filati e tele preferisco acquistare da casa cenina , grazie per i tuoi post e consigli buona giornata 😊😊

    RispondiElimina
  4. Great tutorial and cute little key ring fob!

    RispondiElimina
  5. Grazie per l'estrema chiarezza delle tue foto e delle spiegazioni, cara Irene.
    E' che tu...fai sembrare tutto semplice ed accessibile ai più!
    Un grande abbraccio Susanna

    RispondiElimina
  6. Love your tutorial....very clear and your finished key fob is adorable!

    RispondiElimina
  7. Che carino il portachiavi, grazie per il tutorial e per tutte le informazioni che ci dai sempre

    RispondiElimina
  8. Che bel tutorial!! bravissima! sono onesta non sapevo del metodo a serpentina...c'è sempre da imparare! brava Irene

    RispondiElimina
  9. A very clear tutorial, thanks, Irene.

    RispondiElimina
  10. Prima Anleitung. Vielen Dank.

    RispondiElimina
  11. Molto grazioso il porta-chiavi e molto vero quello che dici sulla scelta dei materiali per il ricamo: migliori sono filati e tela e più bello sarà il risultato. Vero anche che guardando un po' in giro spesso si trovano materiali ottimi a prezzi più che ragionevoli. Soprattutto, come dici tu, tenendo d'occhio saldi ed offerte!

    RispondiElimina
  12. What a petite little trailer, I like it very much.

    RispondiElimina
  13. Molto utile come post. Grazie mille.
    Molto bello il portachiavi. Anch'io uso la stessa tecnica per la chiusura.
    Un saluto

    RispondiElimina
  14. Ciao Ire! Bello anche questo! Utile il tutorial!!!

    RispondiElimina
  15. What a cute little keychain you've created, Irene! Thank you for taking the time to put together such a nice tutorial :)

    RispondiElimina
  16. che carino questo ciondolo porta fortuna....grazie per tutte le dritte che dispensi ....

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Letters for Santa

Dopo la festa del primo maggio e qualche giorno di relax a casa, riprendiamo i ricami. Oggi vi mostrerò qualcosa di natalizio con schema free di The Little Stitcher, poi vedremo un manuale di ricamo tradizionale e un paio di tutorial, infine qualcosa di divertente con i VIP che ricamano.

Con questo caldo ci mancava un ornamento natalizio, no? E allora è capitato a fagiolo questo schema free che The Little Stitcher ha pubblicato tempo fa sul suo blog (sotto trovate il link per scaricarlo). In realtà si trattava di uno schema più grande, ma io volevo fare qualcosa di piccolino per sfruttare avanzi di filo e tela. La foto non gli rende giustizia, è venuto davvero elegante e carino.

Anche se... vi confesso che l'ho cucito un po' storto, ma grazie a passamaneria e nastri si è nascosto il tutto. Letters for Santa Dear Santa schema free di The Little Stitcher che potete trovare alla fine di questo post Tela Zweigart Floba superfine 35 count color Platinum
Fili e Filati DMC Mouliné
Imbo…

Un runner pieno di conigli

Ciao ragazze! So che non è Pasqua ma oggi vedremo il runner di conigli Rico Design, la mia recensione del nuovo libro di Francesca Peterlini sulla broderie suisse, il video tutorial di Vonna per la rifinitura di un ornamento, il nuovo SAL di Sara Guermani e poi parleremo di schemi free sponsorizzati!




Era chiaro che avessi preparato questo progetto prima di Pasqua, vero? Tuttavia non l'avevo nemmeno iniziato, tra tutte le cose che dovevo fare, per questo non c'era posto. Ora, di metterlo via per un altro anno proprio non se ne parlava (non l'avrei fatto mai più), così ho preso il coraggio a due mani e l'ho iniziato!


So che vi piacerà tantissimo, perchè io stessa ne sono entusiasta (non pensavo sarebbe venuto così bene), però vi devo dire alcune cose. Innanzi tutto questo libretto Rico Design l'ho comprato l'anno scorso per sbaglio: ne volevo prendere un altro e ho scambiato numero. Quando l'ho ricevuto, ho deciso di tenerlo ma con poca fiducia: non pensavo …