Passa ai contenuti principali

Cross Stitching Animals: il riccio che ricama :)

Avete mai visto un riccio che ricama? Io sì, è finito sul mio cuscinetto! Avrete naturalmente riconosciuto la mano di Durene Jones. Vedremo qualche altro free per l'autunno e per Halloween e torneremo poi a parlare dei nuovi DMC Étoile.


Chi mi segue sulla pagina facebook si sarà certamente già scaricata questa serie di animaletti che ricamano disegnati gratuitamente da Durene Jones. Il riccio mi ha colpito subito, è tenero e simpatico, così in tutta fretta ho recuperato qualche avanzo e l'ho ricamato alla velocità della luce.


Il coniglio non mi piace molto, ma il gallo prima o poi arriverà a fargli compagnia! Penso infatti che il riccio sarà la mascotte dei mesi autunnali e invernali, il gallo invece di quelli primaverili ed estivi.



Come vedete ne ho fatto un semplice cuscinetto, può anche essere un puntaspilli, o un regalino per qualche bambina che inizia a ricamare. É un'idea, vero?
Cross Stitching Animals, schema di Durene Jones che trovate condiviso sulla mia pagina facebook e nella sezione delle foto della sua
Tela Floba Zweigart extrafine 32 count color naturale
Bottoni Jesse James & Co Sew cute spools & scissors

Ancora qualche free perchè non bastano mai

Ragazze, la sapete una cosa? Compro schemi che rimangono inutilizzati nei contenitori, e mi ritrovo a ricamare praticamente solo i free che i disegnatori distribuiscono (fortunatamente in gran quantità e noi siamo felicissime!). Avete visto che il trend è cambiato? Ed è proprio quello che, a gran voce, abbiamo chiesto noi da tanto tempo! Insomma, non ci vuole un genio per capire che i disegnatori devono essere pagati dalle aziende produttrici di tele e filati che si occupano poi della loro distribuzione gratuita. É così che si combatte la pirateria e tutti hanno un guadagno equo: filati e tele noi le compriamo a iosa, ancora di più se sono allegati gli schemi o se li troviamo su internet!

Veniamo ai free di oggi.

Ve ne segnalo qualcuno che forse avrete già visto, ma non si sa mai. Il primo è di Lizzie Kate che, dopo un periodo di pensione e silenzio, si è rimessa a disegnare come abbiamo visto la volta scorsa e ora ci ha offerto uno splendido free per l'autunno, lo trovate qui in due versioni. Semplice ma mi piace un sacco! Vediamo se riesco a farlo o se lo metto via per l'anno prossimo.

E poi qualcosa di completamente diverso per Halloween anche un po' sexy, guardate qui. Se avete voglia, dopo averlo ricamato potete confezionarlo cucendo una stoffina a guisa di gonna sopra le gambe, basta arricciare un po' di stoffa colorata, o del pizzo alto e fissare con qualche punto. Lo trovo proprio carino!

Oppure, volete cucire un fantasmino in pannolenci? Qui trovate modello e tutorial. Se non vi piace il fantasma potete sempre trasformarlo in gatto come indicato.

State ricamando i mini cats? Qui potete trovare quelli di novembre e dicembre.

Gli étoile: i nuovi filati DMC

La DMC ha lanciato un nuovo tipo di filato, molto brillante, l'Étoile, ricordate che ne avevamo parlato? Io non li ho ancora acquistati, ma ho trovato un post che lo tratta e fa un po di chiarezza, lo trovate qui.



Sapete perchè non li ho ancora comprati? Da una parte perchè aspetto che arrivino nelle mercerie, dall'altra perchè sono perplessa: le foto che trovo in rete sono un po'... finte, nel senso che, non riuscendo a catturare il luccichio naturale, aggiungono le stelline con effetti speciali (lo vedete nella foto qui sopra). Ecco, ho paura di restare delusa, sapete? Infatti il post ha confermato i miei dubbi.
Il filato è  composto per il 73% di cotone e per il restante 27% di lurex, un filo sottile luminoso. Se guardate bene la foto, noterete che non è liscio come il classico mouliné, ma è soffice. Tuttavia si usa come un normale mouliné, è composto da 6 capi e con due capi dicono che si ottenga una buona copertura su un'aida 14 count (55). 

Étoile significa stella, ed è il nome giusto, perchè non brilla come un metallizzato, ha solo dei tocchi di luce dovuti al filo in lurex. Quindi non bisogna aspettarsi una super brillantezza, si rischierebbe di restarne delusi.  Per questo è molto difficile catturale lo scintillio nelle foto (vedete? confermato il mio dubbio).

Ha una gamma di 35 colori che corrispondono ai numeri dei mouliné classici, solo con una C davanti, quindi C600 è il corrispettivo brillante del rosa 600. I colori corrispondono, ma non sono identici: il filato normale subisce un doppio processo di mercerizzazione (trattamento chimico che modifica la fibra del filato), quindi ha un aspetto lucido e setoso, étoile no, quindi risulta più opaco. In particolare, il Blanc non è un bianco luminoso ma un grigio chiaro.

Il post continua consigliando di usare la cera condizionante o la cera d'api in modo che sia più scorrevole: avevamo già visto in passato che alcune ricamatrici lo sconsigliano in quanto le cere non sono inerti e, a lungo andare, potrebbero macchiare. Dice inoltre che tende a sfilacciare e quindi è utile un infila ago. Alcune poi, consigliano di ricamare con punti un po' più stretti del filato normale proprio per la sua sofficità. Ecco, se devo prendere le stesse precauzioni di un metallizzato mi scoccia un po' :(

Che dire, ragazze, lo avete provato? Sicuramente prenderò una matassina, ma sapete che credo di aver ottenuto lo stesso risulato usando un capo di mouliné classico con un capo di filo in lurex? Se ne trovano sia per cucire a macchina che nei negozietti tipo Tiger (ve ne avevo parlato qui, tanti rocchetti a 1 euro). In questo modo avevo fatto le Baubles e, anche se fotografo malissimo, il luccichio si vede senza effetti speciali! 

Fatemi sapere la vostra esperienza, sono curiosissima!

Coming soon...

Proseguo ovviamente con i pupazzotti, pensavo di metterci meno a farli, invece sono impegnativi! Sono arrivata qui.


Per oggi è tutto, buon ricamo!
xx Irene

Post chiuso in redazione il 9 ottobre 2018, in una bella e calda giornata di sole autunnale.

Commenti

  1. Ciao cara Irene, ho letto tutto d'un fiato il tuo bel post "energizzante"
    Ti ringrazio per le novità che ci proponi e i tuoi ricami sono sempre bellissimi!
    Qui il sole sta tentando di uscire dalla nebbiolina.
    Un abbraccio e buona giornata
    Susanna

    RispondiElimina
  2. Der kleine Igel ist goldig und zu einem sehr schönen kleinen Kissen verarbeitet.
    Toller Fortschritt an deinem SAL.
    Liebe Grüße Manuela

    RispondiElimina
  3. Seduta comoda sul divano ho letto tutto d'un fiato il tuo post.
    Un sacco di notizie e novità 😊 sai che il ricetto davvero carino non mi era piaciuto molto lo schema ma visto qui lo trovo davvero delizioso .
    i filati Etoile mi hanno colpito penso anch'io che non siano così luccicosi come da foto avevo voglia di provarli ma non non avevo l'idea di che colore scegliere ...ora invece mi è venuto in mente che potrei utilizzarli in un ricamo che vorrei fare e vedere l'effetto che fa quindi prossimamente spero di trovarli in merceria.
    Buone xxx.

    RispondiElimina
  4. Such a cute little hedgehog finish!
    I agree with you about the new DMC threads....lots of people have said they are a disappointed with them - some say they don't sparkle enough and some have been saying that the white is actually grey! I'd like to see them before I spend my hard earned cash on them :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Irene, ho sempre acquistato ed utilizzato le novità dmc ma se devo essere sincera sono stata quasi sempre delusa infatti sono anni che non compro niente se non il moulinè se voglio usare filati speciali utilizzo quelli di altri marchi.
    Hai ragione il riccio è molto tenero e carino, in men che non si dica avrai finito anche i pupazzi di neve

    RispondiElimina
  6. Lovely post Irene , love your Hedgehog .

    RispondiElimina
  7. Mi hai tenuto tanta compagnia con il tuo bel post in questa giornata a letto costretta dalla febbre. Il riccetto è troppo carino e grazie per tutte le chicche, free compresi! Baci

    RispondiElimina
  8. Sono sempre molto carini i tuoi ricami. Gli animaletti li ho scaricati ma non sò se li farò perché il punto scritto non mi fà particolarmente impazzire .

    RispondiElimina
  9. Ciao Ire! Bello il riccio, sono anche contenta di sapere che Lizzie si sia rimessa in pista eheheh è giusto il ragionamento sulla commercializzazione indiretta degli schemi attraverso la vendita del materiale anche se io non ne sono una fruitrice, preferisco sfogliare la classica rivista e averle tutte ordinate nella libreria! Che dire del nuovo filato...impressioni che capisco bene visto che ho scoperto da poco il lurex, in fondo ho sempre fatto bene a non fidarmi!! Ciao! Alla prossima e ovviamente belli i tuoi ricami!!

    RispondiElimina
  10. ciao Irene!
    ma quanto è carino il riccio? veramente tanto!!
    Anche a me non convincono molto, devo ancora vederli dal vivo, però,solo il fatto che ci sia del lurex,mi ferma e le tue parole, mi hanno quasi convinta a snobbarli
    grazie sempre per gli ottimi consigli che dai
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. Ciao cara! Grazie per essere passata sul mio blog, oramai in stato d abbandono... purtroppo per problemi familiari non riesco più a fare molto... Il tuo blog è molto bello, era da un po' che non passavo! Bellissimo il riccio e gli altri animaletti che proponi!
    Un abbraccio
    Monique 🐾🐾

    RispondiElimina
  12. Oh Irene this hedgehog is so cute. Great little stitch. Love all of your info on thread too. And thank you so much for the free Lizzie Kate pattern. It is adorable and so cute too. Have a great week. RJ@stitchingfriendsforever

    RispondiElimina
  13. Aspetto con trepidazione il tuo post: lo leggo dapprima tutto d'un fiato, poi lo rileggo con calma per non perdermi nessuno dei tuoi suggerimenti, dei tuoi ricami e quant'altro... Non sempre riesco a lasciare traccia del mio passaggio, ma ci sono... Grazie per tutti i tuoi costanti aggiornamenti!
    Un caro saluto!
    Rita
    P.S. : il riccio è simpaticissimo!!!!!

    RispondiElimina
  14. Oh, that is just the cutest hedgehog, Irene! And I love the sweet scissors and spool of thread buttons that you added to your finish. Simply adorable :) Hope you have an enjoyable weekend!

    RispondiElimina
  15. ma quanto mi piace il riccio, sarà che non lo ricamerò mai per il tanto punto scritto che c'è e che odio fare!!!
    Sei andata avanti tanto col mio schemino di pupazzi da neve! Hai già idea di come lo confezionarai?
    Ciao
    Barbara

    RispondiElimina
  16. Olá Irene, o ouriço é realmente encantador, acho que não vou resistir e vou fazê-lo!
    Bjs

    RispondiElimina
  17. What a lovely hedgehog, ideal and I like the added charms. Our LNS has just stocked the new DMC threads and I am tempted. just tempted at the moment.

    RispondiElimina
  18. Ciao Irene, anche io non ho ancora provato questi nuovi filati, più avanti chissà...
    mi piace il tuo riccio, è troppo simpatico, anche gli altri due sono carini!

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

La grande histoire de Noël n. 2: parte prima

Ragazze, cominciamo ufficialmente il Natale! Il freddo è arrivato, i maglioni escono dall'armadio, le renne non ne vogliono sapere di mettere il muso fuori, ma noi dobbiamo essere pronte! Come? Io con Les Brodeuses Parisiennes e La grande histoire de Noël n. 2. Voi? Poi parliamo di aghi, di influencer e di tessuti.

Ornamenti a tutto spiano! Perchè sono sempre graditi, sono belli e fatti con tanto amore. E non sono impegnativi. Les Brodeuses Parisiennes hanno disegnato varie versioni della Grande histoire de Noël: c'è la prima, c'è la terza vintage e, appunto, quella che ho io, la seconda, la più bella, secondo me, tutta sui toni del rosso. Offre un miliardo di spunti, e sono tutti così eleganti e semplici da fare, con pochissimi cambi di colore! Ovvio che lo schema era nel cassetto da qualche anno, vero? Già, mi conoscete. Con tutto quello che è costato! Quando l'ho tirato fuori e ho preparato i materiali pensavo di fare solo una o due cose, ma poi mi ha preso la mano, …

La grande histoire de Noël n. 2: parte seconda

Amiche americane avete mangiato il tacchino? E noi? Abbiamo finito di spendere con il Black Friday? Possiamo tornare ai ricami di Natale? Io continuo con quelli de Les Brodeuses Parisiennes e La grande histoire de Noël n. 2. Poi proseguiamo il discorso sulle matassine mouliné DMC e i loro numeri.

E niente, mi sono innamorata di questo stile, un po' nordico un po' parigino, così delicato ed elegante. Come vedete li rifinisco un po' con lo stesso stile, mi piacciono così, i prossimi li farò diversi, vedrete.
La grande histoire del Noël n. 2, schema di Les Brodeuses Parisiennes Tela Zweigart Floba superfine 35 count (uso gli avanzi quindi sono di colore diverso) Fili e Filati DMC Mouliné Ancora sui puntini delle matassine di mouliné DMC Ricordate che tempo fa abbiamo parlato dei numeri delle matassine che sono cambiati o non ci sono più? Avevo accennato anche al puntino che compare sull'etichetta di quelle matassine la cui formula di tinta è stata cambiata.
Riprendo il disc…

Halloween Fob

So che Halloween è passato e noi ricamine dovremmo già essere nell'umore natalizio, ma giuro che è l'ultima zucca che faccio per quest'anno, va bene? É di The Sweetheart Tree. Poi vedremo perchè a volte la DMC fa sparire o sostituisce alcune matassine di moulinè.

Chiedo come al solito venia per le orride foto ma mi riduco a farle nel weekend (durante la settimana arrivo a casa tardi dal lavoro) e piove sempre! Pazzesco. Comunque, questo schema giace nel cassetto da... uhm... da .... ehm... da diciamo troppo tempo 😶. Così un giorno ho detto: adesso lo faccio! Sì sì lo faccio, e non importa se vedo un milione di free bellissimi, adesso faccio questo 👍.
Da quando l'ho detto sarà passato un anno ed è rimasto nel cestino dei lavori con tutti i filati pronti 👎.
Ma ora l'ho fatto 👌.

Riconoscerete lo stile e la forma tipica di The Sweetheart Tree. Non ne ho fatto un trovaforbici come loro, perchè ho scelto di ricamarlo su aida per cucirlo meglio ed è venuto un po'…