Passa ai contenuti principali

Alberi di Natale a punto croce: un'idea per ornamenti creativi

Natale è passato, ma continuo a ricamarlo, in fondo arriva ogni anno! Oggi vi mostrerò piccoli alberi di Natale geometrici con schema di Durene Jones ricamati a punto croce su carta perforata e montati su legno. Originali, vero? Poi vedremo un free e un SAL in partenza.

Schema di Durene Jones

Avrei voluto finirli prima ma, come al solito, arrivo in ritardo. Così niente, li metterò via per l’anno prossimo. Non i soliti ornamenti, come vedete, ma qualcosa di creativo, originale e, soprattutto, veloce da fare e a basso costo!

Gli abeti di legno li ho trovati già pronti da Tiger, 1 euro un pacchetto da 4, ma nel periodo natalizio li trovate un po’ ovunque, di tutte le forme, anche cuori, stelle eccetera. Ecco, se ne trovate di carini e che costano poco, prendeteli perché ci potete fare un sacco di cose: dipingerli, pirografarli, rivestirli o, appunto, ricamarli come me.

Schema di Durene Jones

In casa avevo della carta perforata dorata, presa chissà quando e per fare chissà cosa, finalmente ha trovato la sua giusta collocazione! Ricordate che avevamo parlato di Plastic Canvas e Perforated Paper qui? Ecco, in questo caso la carta perforata va meglio per quest’uso: è più sottile, meno rigida e questo colore dorato ci sta proprio bene. Corrisponde a un’aida 14 count, ovvero un’aida 55 e, calcolando al millimetro, ho trovato gli schemi di Durene Jones perfetti per le dimensioni. La carta perforata non è altro che un foglio di cartoncino con tanti buchini regolari rotondi, facilmente ricamabile e ritagliabile. La mia è dorata ma esiste di tanti colori.

Quindi l’ho ricamata, ritagliata a filo, e poi incollata all’abete di legno. Come colla io uso la Pritt spalmata bene, trovo che la Vinavil sia troppo aggressiva e tenda a scolorire i fili, di quella a caldo ho un po’ paura delle sbavature. Dopo aver fatto aderire bene le due superfici, ci ho messo sopra un peso per un giorno, così sono rimasti belli dritti e attaccati.

Schema di Durene Jones

Naturalmente non dovete per forza usare la carta perforata, se avete la Plastic Canvas va bene anche quella. Vedo che molte ricamine fanno la stessa cosa con la tela, la ritagliano a filo, la inamidano tanto e poi la incollano, oppure la incollano direttamente con tanta cura (la colla tende a irrigidire e impermeabilizzare naturalmente). Insomma di metodi ce ne sono tanti, fate delle prove e scegliete quello che più vi piace.

Trovo che questa commistione di ricamo e legno sia molto moderna e bella, inoltre è incredibilmente veloce, non richiede rifiniture o cuciture e rimane perfetta nel tempo.
Geometric Forest, schema di Durene Jones tratto da Cross Stitch Crazy, n. 249 del 2018
Carta perforata Perforated Paper Mill Hill 14 count color oro
Alberi di legno Tiger

Sconti e un free da Lucie Heaton

Certamente, è periodo di saldi, ci sono sconti un po' dappertutto. Io faccio finta di non vederli perchè ci ho dato dentro prima di Natale, ma vi segnalo che Lucie Heaton sconta i suoi schemi del 25%, potete leggere tutto sulla sua newsletter qui. Alla fine, trovate anche un piccolo free.

E un SAL?

Certo, non può mancare un SAL a gennaio. Ne sono partiti molti, io ve ne segnalo uno che mi pare originale, un mystery intitolato A Peacock's Garden e, ovviamente, il protagonista è un pavone. Una tappa al mese per un totale di dodici, completamente gratuite. Potete già scaricare la prima e trovare tutte le info qui.

Coming soon...

Complici le vacanze e un delirio di voglia di fare, ho ricamato tante piccole cose che ora giacciono nel cassetto in attesa di rifinitura. Ovviamente, ora che sono tornata al lavoro, posso dedicare alle cuciture solo il sabato e la domenica, quindi andrò a rilento. In ogni caso, avrei un portachiavi, un ornamento, un cuscinetto per San Valentino e una coppia d asciugamani.

State connesse che prima o poi qualcosa di finito arriva :)

Per oggi è tutto, buon ricamo!
xx Irene

Commenti

  1. Che bello iniziare l'anno con le buone abitudini, cara Irene...dunque rileggerti! ;)
    Ma sono fantastici i tuoi alberelli ricamati, davvero molto eleganti e carini.
    Anche io ho terminato da poco un "Santa" e sto aspettando che il mio falegname personale si sbrighi a preparami le sezione di ramo potato in primavera, sul quale vorrei applicarlo. E pure per me si tratta di un lavoro di cui godrò il prossimo anno.
    Oggi stiamo riponendo il Natale negli scatoloni.
    Buona giornata cara amica
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che bello avere il falegname personale :) Aspetto di vedere il Santa allora!

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono bellissimi , mi piacciono i colori hanno uno stile scandinavo .
      Anche se il natale e finito hai già le decorazioni per il prossimo 🎄🎄
      Io ho quasi preparato tutto per un nuovo ricamo ma non ho ancora messo una X mi sto prendendo ancora una pausa.
      Un piacere leggere i tuoi post sempre molto interessanti e ricchi di idee

      Elimina
    2. Fai bene a prenderti una pausa, poi ricominci più carica 💪

      Elimina
  3. Non ho mai ricamato né su carta perforata, né su Plastic Canvas...chissà che prima o poi non provi anch'io. Intanto ti faccio un sacco di complimenti per i tuoi alberelli, sono davvero deliziosi, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roberta! Con la carta o la plastica puoi fare un sacco di lavori carini, giusto per non fare sempre le solite cose 😊

      Elimina
  4. Stavo già esultando quando ho letto nell’anteprima alberelli di legno e Tiger pensando che li vendesse pronti da ricamare 😆 sono bellissimi ma per i miei tempi, troppo lavoro, tempo fa ho usato la plastic canvas, non male ma preferisco il lino. Anche io ho deciso di preparare già da ora i regali per il prossimo Natale 🎄 buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meglio prendersi in anticipo per non arrivare all'ultimo come l'anno scorso!! :)

      Elimina
  5. The trees are wonderful. What a great idea!

    RispondiElimina
  6. Eine geniale Idee die Tannenbäume. Somit hat man einen kleinen Gruß für eine Weihnachtskarte oder einfach als Anhänger an einem Geschenk.
    Liebe Grüße Manuela

    RispondiElimina
  7. Davvero originali i tuoi alberelli, un'idea geniale. Complimenti Irene! Buon anno

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono un sacco i tuoi alberelli geniale l'idea della carta.....devo provarla....io fin nota ho sempre usato la vinavil diluita....

    RispondiElimina
  9. Love your Christmas trees , love the idea too. Happy New Year .

    RispondiElimina
  10. Cara Irene,
    bello rileggerti! Belli anche gli alberelli. Ma lo sai che abbiamo fatto questo lavoro di applicare su dei cuori dell'Ikea rossi di legno (ne vendevano 4 x un franco) il Gruppo Punto Croce Ticino. Allora ero Presidente del gruppo e ho introdotto la vendita in beneficienza.
    Abbiamo creato 500 cuori e venduti in una sola giornata: ricavato fr. 11.000.-- donato poi all'Associazione Triangolo che segue gli ammalati oncologici (ero volontaria per 12 anni lì...)
    Che bello poter ricamare per fare del bene, ci vuole molta energia ma proprio questo ti fa sentire utile e bene.
    Sto ancora ricamando il Natale.... quasi finito... non vedo l'ora e poi vorrei finire finalmente il mio grosso lavoro ....
    A presto e buona settimana
    Woody

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fabtastico, per beneficenza è ancora meglio! I tuoi lavori sono sempre precisi e bellissimi!

      Elimina
  11. Hai avuto un'idea fantastica......strepitosa ed elegantissima come risultato finale. E il tuo eseguito e rifinito magistralmente!

    RispondiElimina
  12. Sono bellissimi, Irene, questi alberelli! Un’idea molto originale e d’effetto!

    RispondiElimina
  13. Bellissimi, complimenti!

    RispondiElimina
  14. Ciao Irene intanto auguri di buon anno anche se in ritardo arrivo pure io. Bellissimi i tuoi alberelli e grazie della spiegazione chissà magari un giorno mi cimenterò con tutti i cuoricini di legno che ho in giro.
    Riguardo al post della scorsa volta come forse ti ho già detto,leggervi è per me è probabilmente tante altre momento di svago e fonte di ispirazione. Non importa post lungo o corto con lavoro finito o meglio ancora con tutorial rimane comunque una cosa bellissima quella che riuscite a fare per tante come me negate! Quindi grazie e con i tuoi buoni propositi ed i tuoi tempi...ma se puoi continua a farlo. Buon lavoro e buon tutto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Ilaria per tutti i complimenti e buon anno anche a te :)

      Elimina
  15. Bellissimi questi alberelli!Ogni tanto fa bene cimentarsi con nuove cose...grazie per le spiegazioni dettagliate ;)
    Sono contenta di aver ripreso col blog(spero che duri).....ad esempio rileggere il tuo post è stato come far visita ad una vecchia amica.
    Buona giornata
    Letizia

    RispondiElimina
  16. ciao Irene! come sempre grazie per le idee!! gli alberelli li avevo visti anch'io ma non avrei mai pensato ad un uso del genere!!
    e grazie per le indicazioni!!
    Auguri di un sereno anno!!
    :*

    RispondiElimina
  17. Ciao, che meraviglia i tuoi ultimi lavori (come sempre)! E' da un po' che manco dal mio blog ma ora ricomincio a scrivere e curiosare quà e là con piacere! A presto

    RispondiElimina

Posta un commento

Su questo blog non sono permessi i commenti anonimi. Chi commenta è consapevole che il proprio profilo Blogger o Google+ sarà pubblico. Per ulteriori informazioni Privacy policy di Google

Post popolari in questo blog

Ricamo terapeutico: cucire aiuta le persone ad esprimersi e a guarire

Il ricamo è terapeutico? Per noi appassionate la risposta è scontata: naturalmente ! Concentrarsi su un lavoro, farsi completamente assorbire dall’ago e dal filo, allevia cattivi pensieri, tumulti interiori, ferite del corpo e dell’anima. Parliamone.


Questo post trae origine da un articolo di Clare Hunter, autrice di Threads of Life. A History of the World Through the Eye of a Needle [qui su Amazon, qui su BookDepository]: penso che il libro lo comprerò, nonostante le recensioni non molto positive, pare che pecchi un pochino di superficialità, magari aspetto che sia scontato.
Clare racconta come a casa sua, nella Glasgow del dopoguerra, la macchina da cucire, le scatole di bottoni, il cestino da lavoro, fossero il simbolo del tepore e della sicurezza della famiglia. Il suo primo colpo di fulmine è stato entrare in una merceria per scegliere tele di lino, aghi, fili e forbicine: quel piccolo tesoro era il primo lusso tutto suo, una cosa bella che le apparteneva. In questo le somigli…

Api a punto croce per il mio nuovo set da cucito

I set da cucito, lo sapete, li adoro. Mi piace essere sempre diversa e in stagione, anche con qualcosa di frivolo come il mio puntaspilli. Allora ne ricamo e cucio tanti, sono perfetti per me ma anche come regalo per le amiche!

Ho scelto api e coccinelle, animaletti utili e simpatici, per provare a cucire in modo più creativo un puntaspilli e un trovaforbici coordinato. 
Niente di più semplice: ho cucito un triangolo di stoffa accanto al mio ricamo, e ve lo consiglio se avete nel cassetto dei piccoli ricamini di forma strana che non sapete come usare.
Il retro è tutto di stoffa a fiori.

Ho preso schema e modello da un vecchio numero della rivista Le idee di Susanna. Anni fa la compravo spesso, ora un po' meno ma è sempre carina, ci sono tanti spunti originali e sfiziosi, mai banali e semplici da fare.

Vi faccio vedere più vicino com'è il modello pubblicato. Ci sono andata vicino, vero?

Ecco, care amiche, non mi stancherò mai di dirvi che non occorre spendere tanto per essere…

Parrot biscornu: coloratissimi pappagalli per un'estate fantastica!

Ragazze, non so cosa mi sia successo ma quest'anno sento tantissimo l'estate! Di solito in questo periodo ricamo il Natale, non vedo l'ora che passi il caldo, invece mi sono data a ricami coloratissimi, tropicali, hawaiani! Oggi vi faccio vedere un biscornu di Tiny Modernist che adoro!

Vero che viene voglia di farlo? Ha dei toni meravigliosi, in più lo schema è semplicissimo, i cambi di colore non sono molti, io ve lo consiglio.

Qui il retro.


L'ho ricamato su un'aida 80 (20 count) per farlo piccolino, con un capo di moulinè, ma penso venga benissimo anche con un'aida più grande, così è anche più facile cucire il biscornu (sotto vi metto il video proprio di Tiny Modernist che vi insegna a farlo).
Parrot biscornu Tiny Modernist
Tela aida Zweigart 80 (20 count)color bianco antico
Fili e Filati DMC Mouliné
Perline
Imbottitura Prym Ecco il video che insegna a rifinire un biscornu.